Home Rodigino Adria La Cittadella della Cultura rimane un sogno

La Cittadella della Cultura rimane un sogno

Uno spazio creato appositamente per la cultura e per unire tutte quelle strutture che rappresentano un punto di riferimento per la città di Adria, per un suo rilancio artistico e storico, per risollevare il turismo e tutta la lunga tradizione artigiana, e per valorizzare opportunamente il patrimonio archivistico. Tutto questo è già un progetto ad Adria che prende il nome di Cittadella della Cultura e che dovrebbe trovare spazio in Piazza Bocchi. Il progetto della Cittadella della Cultura è molto ambizioso e per nulla nuovo, visto che era stato proposto anche dalle scorse giunte, sebbene ad oggi esistano solo uno studio di fattibilità, un progetto e molte speranze. La Cittadella della Cultura dovrebbe trovare spazio attraverso l’unione tra gli edifici che attualmente ospitano la sede della Polizia Municipale e la vicina Biblioteca Comunale, edifici che dovrebbero essere uniti fra loro attraverso un’innovativa galleria di vetro, creando un’ambiente di più di 400mq calpestabili. 2 milioni e 300 mila euro la somma necessaria che dovrebbe servire per adattare gli stabili e a realizzare una sala conferenze ed esposizioni con un centinaio di posti a sedere, nonché a rivedere l’intera struttura di Piazza Bocchi dove dovrebbe trovare spazio un’area verde. Secondo i progetti, e le speranze del Sindaco, inoltre tutta l’area dovrebbe godere di una copertura wireless gratuita, indispensabile per ambienti e progetti di questo stampo. Questa ridistribuzione degli spazi andrebbe a spostare Pro Loco e Informagiovani all’interno del Piano Mansardato della sede municipale e a portare la Biblioteca dei ragazzi, che ora si trova in vicolo Prigioni Nuove, negli stessi spazi di quella civica. La sede della Polizia Municipale potrebbe invece trovare spazio proprio nell’attuale stabile della Biblioteca dei ragazzi. Un intervento non indifferente viste le sostanziali modifiche che verrebbero apportate alla logistica cittadina, ma anche un sostanzioso apporto alla cultura e alla fruizione della stessa da parte di tutti. Anche il referente della Biblioteca Civica è entusiasta del progetto che dovrebbe andare a rilanciare il ruolo da protagonista nella scena culturale di Adria attraverso studi e approfondimenti atti a portare in luce la vera vocazione letteraria della città. “La Cittadella della Cultura rimane un interessante progetto dal punto di vista culturale e sociale — ha commentato l’assessore Federico Simoni – attualmente sembra ci sia anche interesse da parte di privati, anche se nulla è confermato. Purtroppo il progetto non è nuovo, risale a più di qualche anno fa, ma sono completamente cambiate le congiunture socio economiche. Rimane nel “paniere” delle opere da realizzare ma ad oggi non ci sono fondi per poterlo fare concretamente, anche se senza dubbio sarebbe bello ed interessante poterlo realizzare. E’ essenzialmente un progetto che deve ancora partire, come molti altri che tutti, anche a livello privato, abbiamo dovuto ritardare a causa della crisi e dell’insorgere di altre priorità”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette