Home Veneziano Miranese Nord “Sempre più difficile mantenere la qualità dei servizi”

“Sempre più difficile mantenere la qualità dei servizi”

Le amministrazioni comunali denunciano sempre più spesso le difficoltà di mandare avanti anche i servizi basilari per il territorio; questi appelli sembrano non trovare nessuna risposta. Il termine ultimo per l’approvazione del bilancio è stato il 30 di giugno, non sono stati comunicati i dati definitivi sui trasferimenti 2012 e non si ha idea di quali saranno quelli per l’anno 2013 e le uniche informazioni a disposizione sono quelle contenute nella spending review. “Chiudere il Bilancio di previsione 2013 è un’operazione più da acrobati equilibristi che da amministratori — dice l’assessore alle Risorse Economiche, Elisa Zanin — ad oggi, per quanto si cerchi di costruire un bilancio veritiero e rispettoso di tutti gli equilibri previsti dalla normativa, le uniche informazioni a disposizione sono poche e relative solo ai tagli da effettuare, mentre per quanto riguarda le entrate, ancora non si sa nulla sennonché, rispetto al 2012, gli importi trasferiti dallo Stato al comune di Salzano sono esattamente la metà”. Se si considera poi che dal 2013 non è più possibile coprire la spesa corrente con gli oneri derivanti da permessi a costruire, decisione quest’ultima corretta in linea di principio ma accompagnata dalle pesanti incertezze presenti (tra tutte quelle che riguardano le decisioni del governo su Imu e Tares), la situazione finanziaria comunale è al limite della sopportazione. L’assessore Zanin precisa che, Salzano non ha aumentato l’aliquota Imu sulla casa principale e ha previsto l’aliquota base anche per l’applicazione della Tares, le uniche manovre possibili sono legate alla riduzione delle spese. Salzano vuole dare priorità ai servizi alla persona e così cercherà di fare anche quest’anno, ma non si può nascondere ai cittadini che garantire gli stessi servizi del 2012 comporterà delle scelte difficili. Per quanto riguarda la manutenzione del territorio, oggetto di grande dibattito da sempre, l’assessore precisa che l’impegno fondamentale deve essere quello di garantire l’utilizzo sicuro dei luoghi, con particolare riferimento alle fasce più deboli. Si dovrà contare sempre meno sulle risorse economiche comunali e sempre più su nuove forme di collaborazione. A tal fine, il Comune di Salzano ha previsto a breve l’approvazione di un “Regolamento per la sussidiarietà”, che, incoraggiando la collaborazione tra amministrazione e cittadino, permetterà a quest’ultimo di dare il proprio contributo in modo costruttivo, individualmente o sotto forma di gruppo organizzato. L’amministrazione garantisce che sta lavorando per tutelare più possibile i cittadini, evitando di aumentare ulteriormente la pressione fiscale e cercando di mantenere i servizi sino ad ora garantiti, ma se le risposte dello Stato continueranno a essere queste, gli scenari futuri che si prospettano saranno purtroppo altri.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette