Home Riviera del Brenta Riviera Ovest Accordo sul premio di vantaggio

Accordo sul premio di vantaggio

Buone notizie sul versante sindacale per il comparto calzaturiero. E’ stata siglata dopo mesi di confronto un’intesa per l’erogazione ai lavoratori del premio di vantaggio fra Acrib e parti sociali. A darne notizia è il segretario della Femca Cisl di Venezia Massimo Meneghetti. “Questa intesa – dice – interessa i circa 4500 dipendenti occupati, a tempo indeterminato, nelle aziende industriali calzaturiere che si trovano collocate in questo distretto, a cavallo tra le provincie di Padova e di Venezia. Con questa intesa si creano le condizioni per dare continuità al percorso iniziato nel lontano 1995. Un percorso che ci ha permesso di innovare il modello di relazioni industriali e sindacali allora esistente creando le condizioni per attirare nuovi investitori come Louis Vuitton, Dior, Armani, Prada, Costume National ecc., migliorando i livelli salariali e le tutele contrattualmente previste, minimizzando gli effetti della crisi in corso dal 2008”. Nel dettaglio gli importi del premio, che si basa sull’utilizzo degli impianti e la presenza individuale, per l’anno in corso sono: 1a fascia: 1070 euro; 2a fascia: 1033 euro; 3a fascia: 815 euro; 4a fascia: 455 euro. Il premio, in misura ridotta, spetta anche agli apprendisti e alle lavoranti a domicilio del distretto. Dopo questo importante risultato per la Femca Cisl non finisce qui. “Ora sarà opportuno – spiega Meneghetti – procedere con la definizione di un nuovo patto di sviluppo del distretto, coinvolgendo le istituzioni locali, le banche ma anche le prefetture, affrontando i seguenti temi: internazionalizzazione del distretto; qualità di processo e di prodotto; formazione professionale e continua; l’agenda digitale per lo sviluppo della banda larga; accesso al credito; lotta al lavoro irregolare, individuando strumenti che sradichino tale fenomeno; individuazione di un nuovo sistema premiante per i lavoratori”. Infine vanno ricordate le cifre del comparto emerse in un recente incontro in provincia. Il settore calzaturiero della Riviera del Brenta anche nel 2012 è riuscito a mantenere le posizioni conquistate in passato. Le aziende sono diminuite di poche unità, assestandosi a 554 con 10.162 addetti; la produzione è stata di 19,5 milioni di paia, il fatturato di 1,6 miliardi di euro con un export stabile al 91%.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette