Home Rodigino Adria Anche Adria nel piano “La Risorta”

Anche Adria nel piano “La Risorta”

Ancora un coro di “no” alle attività di ricerca e ed estrazione di idrocarburi liquidi e gassosi dai comuni polesani, in qunto le conseguenze per un territorio fragile come quello rodigino potrebbero essere davvero gravi, dato il fenomeno della subsidenza. Dalla fine del 2012 sono iniziate attività di ricerca, non ancora invasive ma si suppone che, nel caso in cui si rilevasse la presenza di idrocarburi, le attività estrattive inizierebbero subito. Le aree interessate dal permesso di ricerca idrocarburi, denominato “La Risorta”, si localizzano in Veneto nei comuni di Adria, Gavello, Taglio di Po, Villanova Marchesana, Corbola, Papozze, Ariano nel Polesine e in Emilia Romagna nei comuni di Berra, Codigoro, Mesola e Jolanda di Savoia. Il progetto prevede studi geologici di superficie e analisi di serie di dati esistenti e la possibile perforazione di pozzo esplorativo per la ricerca di gas naturale. “L’attività estrattiva, – si legge nel documento recentemente approvato dal consiglio del comune di Taglio di Po – potrebbe compromettere in modo irreversibile il nostro territorio; esperti geologi mettono in correlazione l’estrazione di prodotti petroliferi con i sempre più frequenti fenomeni sismici a causa della destabilizzazione delle faglie nel sottosuolo. Inoltre, si porrebbe un serio freno alle prospettive di sviluppo del nostro territorio”. Il rischio, oltretutto, risiede, nel “decreto liberalizzazioni” che sembrerebbe non richiedere nuove autorizzazioni nel caso in cui la ricerca desse buoni frutti. Con l’approvazione del documento contrario a tali indagini e all’attività estrattiva, il Comune si impegna nell’adottare ogni iniziativa utile a scongiurare attività estrattive, coinvolgere gli enti locali, le istituzioni venete ed emiliano-romagnole e gli organi statali oltre ad Associazioni, Ordini e Categorie professionali e cittadini.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette