Home Padovano Bassa Padovana Il 1° settembre si disputerà la 37esima edizione

Il 1° settembre si disputerà la 37esima edizione

Dieci cavalli purosangue montati a pelo da fantini giunti da tutta Italia, di altissima esperienza e con grande combattività, si affronteranno all’ultima curva sul vallo di Rocca degli Alberi la prima domenica di settembre. Questa è l’immagine che funge da epilogo di ogni edizione del Palio dei 10 Comuni, ma il Palio è molto altro e soprattutto comincia un mese prima. Il 3 agosto infatti si è tenuta a Saletto la cerimonia del giuramento che ha dato il via alla trentasettesima edizione della manifestazione storica più importante del Montagnanese, la seconda sotto l’egida del Presidente Fiorenzo Greggio. “Tutto è pronto — ha spiegato – ma il fermento e l’apprensione per gli ultimi dettagli tiene e terrà impegnato tutto lo staff dell’organizzazione durante l’intero mese di agosto fino all’ultima settimana che ne vedrà la rappresentazione. Anche quest’anno e sempre con maggiore determinazione ed audacia i responsabili dei Comuni hanno già ingaggiato i 10 fantini che scenderanno in campo per contendersi il Palio che quest’anno è stato realizzato da un noto ed affermato pittore locale, già pittore del palio della Corsa dei Gonfaloni nel 1989 ed ora, Luciano Zambolin di Monselice, afferma la propria ispirazione con quest’opera intitolata “I Custodi”; Pittore del Palio della Corsa dei Gonfaloni invece è Mihail Ivanov con una tela intitolata “Il Cavaliere e la Peste””. Oltre alla corsa dei cavalli si preannuncia grande attesa per la “Battaglia e l’incendio della rocca”, in programma il 31 agosto, visto che quest’anno il racconto rappresentativo dell’assalto di Ezzelino Terzo da Romano a Montagnana verrà arricchito con danzatrici, cavalieri, armati e scenografie di grande suggestione ed efficacia nel far rivivere agli spettatori il Medioevo della città. Insomma uno spettacolo che ampiamente ripagherà il costo del biglietto d’ingresso. “Anche per quest’anno — prosegue il Presidente – per la manifestazione è previsto un biglietto d’ingresso ma si tratta di una somma simbolica, 5 euro, necessaria per coprire il costo delle rappresentazioni. Il calendario del Palio infatti è ricco di spettacoli per i quali non si paga ma purtroppo si spende”. A cominciare dalla cerimonia del Giuramento che, come detto, si è già tenuta lo scorso 3 agosto. Il programma del Palio riprenderà il 23 agosto con l’inaugurazione della mostra del pittore del palio 2013, Luciano Zambolin, nella sala austriaca di castel san Zeno, sempre lo stesso giorno si terrà la cena medievale in piazza (il costo della partecipazione ammonta a 25 euro mentre qualche anticipazione sul menù la si può trovare sul sito “palio10comuni.it”). Si terrà, invece, il 24 e il 25 agosto la tenzone dei musici e degli sbandieratori a Casale di Scodosia mentre la tenzone degli arcieri si disputerà il giorno dopo a San Salvaro. Il 31 nel vallo della città murata si terrà la “Grande Battaglia” e il 1° settembre sarà il giorno del Palio con figuranti in piazza fin dal mattino e i mercatini dei mestieri a fare da contorno all’iniziativa.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette