Home Rodigino Delta Un mulino per migliorare le caratteristiche fisico-biologiche dei fondali

Un mulino per migliorare le caratteristiche fisico-biologiche dei fondali

La Regione Veneto e il Consorzio di Sviluppo del Polesine hanno recentemente finanziato un progetto destinato alla laguna di Caleri situata nel territorio di Rosolina e alla laguna di Marinetta a Porto Viro che permetterà di gestire in maniera sostenibile la produzione delle vongole veraci. Il progetto vede la messa in campo di 227.500 euro da parte della Regione e di quasi 150 mila euro stanziati da parte del Consivipo e si prefigge l’obiettivo di migliorare le caratteristiche del fondale rendendolo ottimale per lo sviluppo del mollusco. In sintesi, si tratterà della realizzazione di un mulino trituratore che sarà costruito per tagliuzzare le valve e che sarà posizionato su un pontone galleggiante nella laguna di Caleri, a Rosolina. Il ricavato composto dal macinato dall’azione del mulino, sarà un prodotto formato dalla sabbia e dalle parti delle valve triturate. La sostanza sarà a sua volta distribuita tra i consorziati che la disporranno all’interno delle rispettive aree in concessione e, una volta attecchita al terreno, pare, servirà a migliorare le caratteristiche fisico-biologiche dei fondali. Lo scopo è quello di rendere maggiormente produttive le lagune dove vengono allevate le vongole veraci, i cosiddetti “orti d’acqua”, più volte messe in ginocchio dalle morie del mollusco dovute alla poca ossigenazione e salinità delle acque. Il Progetto mira, infatti, a dare maggior respiro alle lagune, agendo nella salvaguardia delle imprese che anche quest’anno sono state duramente messe alla prova da una grave moria di vongole.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette