Home Padovano Padova Nord In discarica abusiva spunta anche la barella

In discarica abusiva spunta anche la barella

Apparecchiature sanitarie, mobili, scaffali, un materasso e, addirittura, una barella. Una barella? Si, proprio una di quelle definite “cucchiaio”, ossia destinate a trasportare, immobilizzandoli, i feriti gravi. Questi sono alcuni degli oggetti recuperati dagli operatori di Etra nella discarica a cielo aperto scoperta in via Del Lavoro nella zona artigianale di Saletto.
I rifiuti sanitari, in particolare, oltre alla barella in alluminio, erano porta flaconi per le flebo in plastica, alcuni mobiletti in legno, mascherine protettive. Il cumulo di rifiuti è stato scaricato in un’area appartata della zona. Con ogni probabilità si tratta di resti dell’interno di un’ambulanza o di un punto medico di soccorso.
Non è, purtroppo, la prima volta che a Vigodarzere vengono scoperti rifiuti abbandonati. Qualche settimana fa, nell’area attorno al cimitero, sono stati scoperti una quindicina di sacchi neri. All’interno sono stati trovati i rifiuti prodotti nel corso di una festa: decine di bottiglie, sia in vetro che in plastica, di birra, liquori e vino; quindi, piatti, posate e bicchieri di plastica. “Per quanto riguarda i rifiuti sanitari e la barella, — è il commento dell’assessore all’ ambiente, Moreno Boschello — è chiaro che sono ciò che rimane di mobiletti interni di un’ambulanza o comunque di un locale dove si svolgono attività di carattere medico. Non saprei come altro spiegare il ritrovamento di materiale sanitario come lacci emostatici, flaconi per le flebo, la barella e altre attrezzature in uso negli ospedali o in centri medico-sanitari.
Sia in questo caso che in quello dei sacchi neri con materiale probabilmente utilizzato nel corso di una festa, appare fin troppo strano visto che il materiale abbandonato poteva essere tranquillamente portato all’ecocentro intercomunale di Campodarsego senza nessuna spesa per l’utente, invece di essere scaricato in zona artigianale.
Facendo un controllo incrociato di informazioni con la sezione di Vigodarzere della Croce rossa e dal comando della Polizia locale e dalla stazione dei carabinieri, non risulta esserci stato alcun furto di ambulanze o all’interno dei mezzi di soccorso. Si rafforza quindi l’ipotesi che da qualche parte, probabilmente lontano da qui, ci siano stati interventi di sistemazione di qualche struttura e che si sia scelto Saletto quale luogo per smaltire i rifiuti. La barella è stata presa in consegna dalla sede della Croce rossa di Vigodarzere in attesa che qualcuno rivendichi il furto e lo smarrimento.
Purtroppo sono in tanti anche quelli che arrivano da fuori Comune, di notte. Questo comporta non indifferenti costi di smaltimento che dobbiamo sobbarcarci, per questo intensificheremo controlli e sanzioni”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette