Home Veneziano Miranese Nord Fotovoltaico al posto della discarica

Fotovoltaico al posto della discarica

Attivo da inizio novembre, a metà dello stesso mese è stato inaugurato il nuovo impianto fotovoltaico nato laddove c’era una discarica, in via Bigolo a Noale. Un fabbisogno per 350 famiglie e con la possibilità di allargarlo anche ad altri, questo progetto fa un po’ scuola a livello italiano e mette fine ad anni di vicende, tra polemiche prima, bonifiche e rilancio dopo. Il contratto sottoscritto con Veritas prevede un suo diritto di superficie fino al 2032, mentre fino al 2021 c’è un accordo per la gestione post operativa dell’area, con a carico dell’azienda alcuni interventi, tra cui l’analisi dell’acqua di falda e il prelievo del percolato. Lì c’era una ex cava di argilla, dove sono stati conferiti rifiuti urbani e speciali per molti anni, provenienti non solo da Noale ma anche dai comuni vicini, soprattutto dal Miranese. Qui, fino al 1991 sono stati scaricati rifiuti dalla stessa Noale ma anche da Martellago, Salzano, Scorzè, Santa Maria di Sala e Trebaseleghe. Nel 2004, il Comune di Noale acquistò l’area e, nel frattempo, è stato trasferito il percolato e sono stati fatti altri interventi di sicurezza. A gennaio 2012, Comune e Veritas hanno sottoscritto un contratto ventennale di diritto di superficie per quest’ultima, in cambio di un canone annuo di 30 mila euro come entrata della Tariffa di igiene ambientale (Tia). Di seguito è stata fatta una copertura con limo argilloso e del terreno vegetale. Il nuovo impianto conta su 4158 moduli, che permetteranno di evitare di emettere 550 tonnellate annue di anidride carbonica e di produrre energia per 1.150.000 kilowattora all’anno e la superficie dei pannelli occupa 6.782 metri quadrati. L’area complessiva, invece, è di circa 65 mila metri quadrati. E dunque, si potrebbe allargare in futuro e l’ipotesi non sembra del tutto remota. “Questo è il nostro augurio — spiega l’assessore all’Ambiente del Comune Renato Damiani — perché ci sono molte potenzialità in quel sito. Ormai il progetto è partito e il fabbisogno per i cittadini potrebbe aumentare”. Anche perché quella superficie è sviluppata su quattro lotti, progettati immaginando la impermeabilizzazione del fondo. Per ora ne è stato sfruttato uno ma in municipio si guarda già oltre. In base alle richieste ricevute, su Noale ci sono ora 232 impianti fotovoltaici, frutto degli investimenti fatti sia dal Comune, che dagli stessi cittadini.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette