Home Veneziano Miranese Sud Disoccupati contro i parcheggiatori abusivi

Disoccupati contro i parcheggiatori abusivi

Parte a Mirano “Progetto lavoro”: disoccupati nei parcheggi per allontanare gli abusivi e altri nelle piazze per garantire il decoro della città. Sette miranesi che hanno perso il lavoro, quattro italiani, tre stranieri, sono stati assunti dalla cooperativa Consorzio Insieme per conto del Comune, per svolgere lavori di sorveglianza dei parcheggi e pulizia di piazze e parchi. Tornano dunque i vigilantes anti-abusivi: in questo modo il Comune punta a replicare io progetto dello scorso anno, quando varò un’analoga iniziativa, prevedendo la presenza di disoccupati nei parcheggi di via Miranese, Colombo, Belvedere e dei Pensieri e allontanando in questo modo gli abusivi. Adesso si replica all’interno di un progetto che comprende anche altri comuni, grazie a fondi regionali per 342 mila euro, ma in parte i finanziamenti arriveranno anche dalle Caritas diocesane di Padova e Treviso e dalla Fondazione Riviera Miranese. Mirano ne beneficerà più di tutti: è stato, infatti, il primo comune a partire con il servizio di sorveglianza dei parcheggi, soffrendo maggiormente il fenomeno degli abusivi, non più solo al parcheggio dell’ospedale. Nelle ultime settimane lamentele e proteste si erano moltiplicate, di fronte a un’impennata di elemosinanti in città: fuori le chiese, sotto i portici in piazza, nei bar e nei negozi e ovviamente nei posteggi liberi. I disoccupati anti-abusivi percepiranno circa 600 euro mensili per sei mesi, lavorando 16 ore settimanali da lunedì a venerdì: cinque sorveglieranno i parcheggi, due garantiranno la pulizia della piazza, delle vie e dei parchi. “E’ un progetto che ci consente di dare risposta sia alle esigenze di impiego per i disoccupati e le famiglie in crisi, sia alle richieste sacrosante di decoro e sicurezza della città e dei parcheggi”, ha spiegato l’assessore alle Politiche del Lavoro Cristian Zara.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette