Home Padovano Un polmone verde da 40mila mq in città

Un polmone verde da 40mila mq in città

Il progetto è ambizioso: realizzare un’area verde da 40 mila metri quadri in città da destinare a giardino pubblico, parco giochi e orto sociale. E’ il progetto a cui sta lavorando l’assessore comunale ai Lavori pubblici e all’Ambiente, Simone Sartori.
“Il progetto a cui l’amministrazione comunale sta lavorando — spiega Sartori — prevede la realizzazione di un nuovo parco pubblico la cui superficie sarà per buona parte destinata ad ospitare orti sociali, orti per disabili e spazi dedicati allo svago dei bambini”.
“La scelta di intraprendere questa strada è semplice: — evidenzia l’assessore – permettere di recuperare e diffondere le conoscenze e le tecniche di coltivazione naturale, facilitare le occasioni di socializzazione, di incontro e confronto anche tra diverse generazioni, promuovere un sano impiego del tempo libero, riscoprire un rapporto diretto con la natura e promuovere uno sviluppo solidale e sostenibile del territorio. Ogni aspetto, in modo particolare sul lato tecnico, verrà attentamente valutato e approfondito con attenzione”.
“L’intenzione — prosegue Sartori – è quella di coinvolgere in questa nuova opera alcune realtà associative e della cooperazione sociale e gli istituti scolastici del territorio, offrendo loro nuove opportunità educative, formative e ovviamente di socializzazione. Andando allo stesso tempo a creare una nuova area verde a Piove di Sacco”.
Quanto ai costi, l’assessore conferma che “il finanziamento, da eseguire necessariamente a stralci, avverrà con fondi propri del Comune e attraverso il reperimento di finanziamenti da appositi bandi o fondi. Gli incontri in tal senso proseguono con diversi soggetti”.
Sulle tempistiche ancora non c’è certezza, così come non è ancora stata individuata l’area destinata a diventare il nuovo polmone verde della città. Di certo sarà uno spazio già di proprietà del Comune.
“Nonostante lo studio e la programmazione siano già stati avviati — premette Sartori – non è possibile ad oggi indicare con precisione i tempi di realizzazione poichè le grandi ed evidenti difficoltà finanziarie condizionano e condizioneranno fortemente le scelte che si dovranno fare e renderanno inoltre necessari continui confronti per individuare le priorità nella scelta degli investimenti da programmare”.
Sulla necessità di mettere mano alle aree pubbliche, in particolare sui parchi giochi e sugli spazi verdi frequentati da bambini e famiglie, era intervenuto anche il gruppo consiliare che fa capo al consigliere Andrea Recaldin, sollecitando un intervento in tal senso, suggerendo una mappatura dei parchi gioco del territorio comunale, da sistemare anche attraverso campagne promozionali che possano prevedere una partnership tra l’ente e le realtà locali che si occupano di giardinaggio e floricoltura. “Questa — ha risposto Sartori – è sicuramente una risposta concreta, allo studio da qualche mese, alla recente richiesta di attenzione al verde e alle aree gioco emersa in consiglio comunale. Sensibilità propria di questa amministrazione comunale”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette