Home Rodigino Delta Il commissariato di polizia è a rischio

Il commissariato di polizia è a rischio

Dopo la battaglia sul presidio ospedaliero di Porto Viro, il Delta si mobilita per salvare il commissariato di polizia di Porto Tolle. Lo storico presidio è infatti a rischio chiusura, almeno così lascia pensare il piano di riorganizzazione nazionale del dipartimento di Pubblica Sicurezza. A rischio anche l’esistenza della locale squadra nautica. A lanciare l’allarme per primo è stato il SAP (Sindacato Autonomo di Polizia) di Rovigo attraverso il suo segretario Fabio Ballestriero: “Esprimiamo tutta la nostra contrarietà a un progetto che porterà inevitabilmente ad una diminuzione del già basso livello di sicurezza nel territorio e lungo il litorale presidiato dal personale del commissariato di Porto Tolle e dal personale della Squadra nautica. Disperdere un patrimonio così importante di esperienze e conoscenze attinenti un territorio così particolare com’è il nostro Basso Polesine, è un lusso che crediamo la nostra popolazione non possa permettersi. Questo non porterà a un’ottimizzazione, ma ad una vera e propria diminuzione del livello di sicurezza in quelle aree, anche perché non è dato sapere e non vi sono conferme attendibili che siano rinforzati adeguatamente gli organici degli altri presidi delle altre forze di polizia presenti nei dintorni”. La questione è arrivata fino alla scrivania del prefetto di Rovigo Francesco Provolo, che in occasione della riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica ha ascoltato le obiezioni del sindaco di Porto Tolle Claudio Bellan. Il primo cittadino ha ovviamente espresso preoccupazione in merito alle prospettive di chiusura del commissariato e ha ovviamente chiesto di mantenere attivo il presidio nel Comune. La vicenda ha mobilitato esponenti politici di ogni ordine e grado, a prescindere dalle bandiere. A partire dagli stessi oppositori di Bellan in consiglio comunale: tanto Roberto Pizzoli (“Subito un ordine del giorno per manifestare contrarietà”) quanto Giacomo Bovolenta (“Ennesimo colpo al nostro territorio”) si sono uniti alle parole del sindaco commentando negativamente la potenziale perdita. Al coro si è aggiunta anche l’autorevole voce del presidente della provincia di Rovigo Tiziana Virgili, che in una lettera allo stesso prefetto del capoluogo ha espresso i propri timori: “C’è particolare apprensione per l’ipotesi ventilata di sopprimere il commissariato di Polizia e la Squadra nautica di Porto Tolle. È noto infatti come il territorio deltizio, sia per la conformazione geomorfologica che per l’attività economica che vi si pratica, in particolare la pesca, richieda una sorveglianza continua per terra e per acqua, oltre che interventi mirati e precisi, a garanzia dell’ordine pubblico. In questi anni molti sono stati gli episodi, giunti anche all’attenzione della cronaca, che hanno imposto interventi delle Forze dell’ordine”. Nel frattempo lo stesso Sap ha allestito una raccolta firma tra i cittadini per chiedere la preservazione del commissariato e della locale squadra nautica.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette