Home Veneziano Chioggia Il ministro Lupi a Chioggia per vedere l’efficacia del Baby Mose

Il ministro Lupi a Chioggia per vedere l’efficacia del Baby Mose

Alla vigilia dell’ultima fase dei lavori alla Bocca di porto di Chioggia, il ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi ha fatto visita, lo scorso 22 marzo, al Baby Mose.
Con lui c’erano anche il governatore del Veneto Luca Zaia e i sindaci Giorgio Orsoni e Giuseppe Casson in visita ai cantieri. L’iniziativa, promossa dal Magistrato alla Acque di Venezia e dal Consorzio Venezia Nuova, ha voluto palesare i risultati del Baby Mose di Chioggia, conclusosi nel 2012, e la sua efficacia nel contrastare il fenomeno dell’acqua alta.
Il sistema integrato di paratoie gemelle – lunghe quasi 20 metri e larghe 3,5 metri – è collocato nel centro storico di Chioggia ed è attivato per isolare il canale Vena dalla laguna. Nel 2013 il Baby Mose è stato attivato in 93 giorni per un totale di 115 chiusure.
Durante il tour, il ministro Lupi ha potuto vedere di persona, prima del definitivo affondamento, quelle che sono le componenti del cantiere della Bocca di porto di Chioggia, una delle tre in cui si realizza il Sistema Mose.
La visita ha permesso di fare il punto sullo stato avanzamento lavori, che ormai hanno raggiunto oltre l’80% del completamento. In pratica, ora si è entrati nell’ultima fase dei lavori, l‘allagamento della tura, il bacino lato mare utilizzato per la fabbricazione dei cassoni sui quali alloggeranno le paratoie mobili.
L’allagamento del bacino consentirà il galleggiamento dei cassoni e il loro traino in mare fino al punto stabilito nel canale della bocca di Chioggia.
La giornata di visita è iniziata in Piazza Vigo alla presenza del Ministro Lupi, del Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, del vice Presidente della Provincia Mario Dalla Tor e del Sindaco di Chioggia Giuseppe Casson.
Il Ministro Lupi ha manifestato la soddisfazione nel constatare l’efficacia dell’opera, dimostrazione della sfida vinta dallo Stato nel realizzare opere in tempi certi e nella massima trasparenza.
Il Presidente del Consorzio Venezia Nuova, Mauro Fabris, ha sottolineato “la soddisfazione nel poter mostrare, a cinque mesi di distanza dalla visita del Ministro Lupi in occasione della movimentazione delle prime paratoie, l’avanzamento dei lavori di questa opera strategica per salvare la laguna di Venezia dalle acque alte”. “Finora — ha aggiunto Fabris — abbiamo cercato di agire nel migliore dei modi, certamente con la massima trasparenza, operando una diligenza approfondita sulle nostre attività; rinnovando l’organismo di vigilanza, cambiando i vertici di società partecipate e abbiamo rivisto e tagliato drasticamente fonti di spesa”.
C’è inoltre la disponibilità per aprire e rendere fruibile ai cittadini gli spazi della sede all’Arsenale, anche per poter comunicare direttamente quanto fa il Consorzio.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette