Home Rodigino Delta La sala convegni intitolata a Veranopolis

La sala convegni intitolata a Veranopolis

La sala convegni della biblioteca all’ex macello è stata intitolata alla cittadina di Veranopolis. Alla giornata dedicata alla scopertura della targa hanno eccezionalmente partecipato con il sindaco Geremia Gennari il collega veranense Carlos Alberto Spanhol con il presidente del consiglio comunale Vladis Josè Scorsatto, l’assessore Marcio Francisco Primieri e il consigliere Celito José Bortoli. “Oggi è una giornata che per chi ha vissuto questi 12 anni supera ogni aspettativa — ha considerato Gennari – Quando è nato il gemellaggio sembrava inverosimile e difficile da concretizzare e il più scettico ero io; immaginare di arrivare ad oggi sarebbe stato impossibile. E’ un momento molto significativo, che porta una certa carica di emozioni, siamo qua ad abbracciarci dopo 12 anni. A Rio Grande du Sul ho scoperto l’italianità, qua siamo avvelenati dalla politica, là abbiamo scoperto cosa significa avere delle radici e un legame.
Il valore di questo gemellaggio non è espresso in nessun’altra parte d’Italia, è il più vero, costruttivo e duraturo”. Ricordando come a Veranopolis sia stato intitolato un palazzo residenziale a Porto Viro e un centro d’accoglienza al portovirese Girolamo Astolfi, durante la cerimonia è stata introdotta la possibilità riservata ai giovani di poter aderire al bando pubblicato sul sito del comune di Porto Viro che porterà dal 27 aprile al 10 maggio un gruppo di portoviresi a Veranopolis per un corso di portoghese. “Difficile per me dire qualche parola con l’emozione della storia di questo gemellaggio — ha aggiunto in lingua talian il sindaco veranense, meglio conosciuto come Kakà – Questo rapporto in 12 anni non è nato tra amministratori, ma è un rapporto di riconoscimento tra i nostri nonni che non hanno avuto la possibilità di venire a conoscere i loro genitori. E’ un’opportunità per dar forza in questo momento alla storia di due popoli che si trovano per volersi bene. Ad aprile daremo possibilità a giovani di imparare il portoghese, nel segno di questi 12 anni di legame. Sarà necessario pagare il viaggio, il resto è tutto spesato. Grazie, vi amo profondamente dal cuore, e 25.000 persone in Brasile pensano lo stesso, il mondo è piccolo per l’amore che abbiamo”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette