Logo testata di vicenza

Home Padovano Progetto che va costruito nel tempo

Progetto che va costruito nel tempo

“Di unione dei comuni, in termini di associazione nella fornitura dei servizi, si era iniziato a parlare già nel 1999 e si è continuato negli anni successivi,” ricorda Giovanni Bettini che, alla terza legislatura da sindaco di Legnaro, ormai ha una certa esperienza in ambito amministrativo.
“Legnaro è caratterizzata da alcune particolarità, quali il rapporto con l’università di Padova, tramite la sede di Agripolis, e la presenza di Veneto Agricoltura. Tutto ciò fa sì che il comune senta l’attrazione verso Padova e diventi un territorio “cerniera” tra il Piovese e la periferia padovana”.
Bettini ha posto l’accento sul ruolo fondamentale dei dipendenti comunali.
“Saremo collaborativi con Piove di Sacco — ha detto — ma si dovrà capire se e quanto realmente si andrà a risparmiare, ferma restando la qualità dei servizi offerti”.
Sulla necessità di salvaguardare il ruolo svolto dalle risorse umane si trova d’accordo anche Romano Boischio, sindaco di Sant’Angelo di Piove.
“Un’eventuale unione va costruita gradualmente, tramite incontri tra i sindaci che devono però, in seguito, coinvolgere anche la parte strettamente tecnica e amministrativa della macchina comunale — ha detto — Se, politicamente, riusciremo a trovare una strada percorribile, si dovrà procedere per gradi, cominciando con la gestione associata di alcuni servizi e considerando che le scelte prese nell’ottica dell’unione andranno inevitabilmente ad influenzare anche il ruolo svolto dai dipendenti”.
“Le risorse scarseggiano sempre di più e un comune come Codevigo, da solo, troverà non poche difficoltà” è il parere di Annunzio Belan.
“L’ente comunale, oggi, va concepito in modo diverso rispetto a un tempo — continua — e la staticità del comune è ormai un concetto superato. Da un lato, è giusto che i territori mantengano la propria identità e autonomia e un’unione vera e propria non è semplice da attuare — ha concluso — ma, dall’altro, è sempre maggiore la necessità di abbattere i costi di gestione. Uniti con altri comuni, forse, ce la potremo fare” ipotizza infine.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette