Home Padovano Padova Nord “Più risorse al sociale”

“Più risorse al sociale”

Presentato al Consiglio comunale il bilancio di previsione 2014. Un dato generale emerge su tutto: il documento programmatico 2014 non solo non taglia il sociale, l’assistenza e l’attenzione ai più deboli, ma anzi aumenta le risorse a disposizione per un settore considerato dall’Amministrazione comunale una voce di spesa ineludibile. “Nonostante il difficile quadro generale, che vede ormai i trasferimenti dello Stato sempre più ridotti rispetto alle esigenze locali — dice il sindaco Michele Schiavo —, siamo riusciti a proporre uno schema di bilancio completo, realistico e strutturato, che non va affatto a intaccare i servizi essenziali alla collettività, anzi li implementa: siamo orgogliosi di continuare a dedicare molta attenzione al sociale, tanto che nel 2014 investiremo in questo settore quasi 1.700.000 euro”.
Per la precisione, le spese dedicate al sociale passeranno da 1.405.000 euro a 1.670.000 euro, somma che rappresenta il 24% delle spese correnti.
Un capitolo importante riguarda la Tasi, che per gli immobili adibiti ad abitazione principale avrà un’aliquota fissata al 2,1 per mille: “Questa amministrazione ha tenuto in debito conto le esigenze delle famiglie e in particolare di chi ha difficoltà economiche — spiega l’assessore al Bilancio Denis Giacomini —. E infatti, oltre a fissare una aliquota piuttosto bassa, abbiamo introdotto anche alcune detrazioni: 60 euro per ogni figlio da 0 a 18 anni residente nel nucleo familiare del contribuente e altrettanti per ogni portatore di handicap. Si tratta di provvedimenti in linea con la nostra intenzione di proteggere le fasce più deboli di reddito”.
Come già sperimentato per la prima rata dell’Imu, arriverà a casa di ciascuno l’F24 già compilato in tutte le sue parti per facilitare e rendere comprensibile il pagamento. “Sono ben pochi i Comuni a farlo — sottolinea l’assessore Giacomini —, ma a noi è sembrato un gesto di attenzione doveroso verso i nostri concittadini”.
Un altro dato significativo riguarda la crescita (praticamente del doppio) rispetto al 2013 delle entrate degli oneri di urbanizzazione, che lo scorso anno ammontavano a 384.000 euro: quest’anno sono stati previsti a bilancio 720.000 euro, e secondo le previsioni tale denaro sarà suddiviso in modo quasi eguale fra spese di investimento (370.000) e spese correnti (350.000).
Dopo essere stato anticipato in Consiglio comunale, prima dell’approvazione nella seduta successiva, il bilancio di previsione è stato illustrato dalla giunta ai cittadini in un incontro pubblico lunedì 21 luglio.E’ stata l’occasione per conoscere nel dettaglio il documento programmatico più importante dell’amministrazione comunale, dal quale deriveranno i futuri interventi.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette