Home Padovano Padova Nord Vigodarzere fra i “ricicloni”

Vigodarzere fra i “ricicloni”

Sono ancora fra i più efficienti d’Italia, in materia di raccolta differenziata, i Comuni serviti da Etra. Si è svolta a Roma la premiazione del concorso nazionale “Comuni ricicloni” indetto ogni anno da Legambiente. Quest’anno le classifiche sono suddivise per Regione, diversamente dalle precedenti edizioni, dove i Comuni erano raggruppati per macroaree (nord, centro, sud). Nella classifica del Veneto, per la categoria “Città oltre i 10.000 abitanti” è degno di nota il piazzamento di Vigodarzere al 6° posto, seguito qualche posizione più indietro da Cassola al 47° e San Martino di Lupari al 49°. Possono ritenersi soddisfatti anche i Comuni di Campodarsego, Bassano del Grappa, Mestrino, Piazzola sul Brenta, Tezze sul Brenta, Romano d’Ezzelino, Vigonza, San Giorgio delle Pertiche, Trebaseleghe, Rosà, Cittadella e Selvazzano Dentro, tutti entro le prime 100 posizioni.
Tra i “Piccoli Comuni con meno di 10.000 abitanti”, Rossano Veneto guadagna il 50° posto; si segnalano inoltre Nove che si colloca al 77° posto, Cartigliano al 125° e Mussolente al 127°. Posizioni di tutto rispetto, se pensiamo che sono oltre 7.000 i Comuni italiani rientranti, per dimensione, in questa fascia.
Complessivamente il territorio di Etra si dimostra virtuoso e permane tra le migliori esperienze nazionali: grazie ai risultati dei propri Comuni, Bacino Vicenza 5 e Bacino di Padova 1 sono rispettivamente 18° e 22° nella classifica dei cento migliori Consorzi.
La percentuale minima di raccolta differenziata da raggiungere per entrare in classifica è il 65%. Ma anche parametri sono presi in considerazione per giudicare le prestazioni dei Comuni. Legambiente assegna, infatti, un indice di buona gestione che rappresenta un “voto” alla gestione dei rifiuti urbani nei suoi molteplici aspetti: recupero di materia, riduzione del quantitativo di rifiuti prodotti, sicurezza dello smaltimento ed efficacia del servizio.
Questo valore, compreso tra 0 e 100, è calcolato a partire da 23 parametri, tra cui la produzione procapite di rifiuti, l’attivazione del servizio porta a porta, la presenza dei Centri di raccolta, il numero di mesi all’anno con flussi turistici significativi. E ancora un altro ottimo risultato sempre con Vigodarzere. Insieme con Santa Giustina in Colle, Cartigliano e Nove può fregiarsi, inoltre, della “stellina” assegnata da Legambiente ai “Comuni rifiuti free”, che registrano una produzione di rifiuto secco non riciclabile inferiore ai 75 kg/anno procapite. Una vera conquista, considerando che la media italiana supera i 300 kg/anno.
“Il risultato del nostro lavoro e l’impegno dei cittadini vengono ancora una volta riconosciuti a livello nazionale, nonostante i criteri di valutazione applicati da Legambiente siano di anno in anno più stringenti e precisi”, spiega Stefano Svegliado, presidente del Consiglio di gestione di Etra.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette