Home Rodigino Contro le buche in strada arrivano i “tappetini”

Contro le buche in strada arrivano i “tappetini”

Sono arrivati a Rovigo i “tappetini” di asfalto. Magari non risolveranno il problema delle buche alla radice, ma per qualche tempo sì. Ambivalenti in città i sentimenti con i quali sono stati accolti: da una parte sollievo, in quanto promettono di migliorare la situazione di strade dissestate. Dall’altra qualche sbuffo, dal momento che i lavori in corso come sempre sono fonte di qualche disagio.
Numerosi i tratti di strada sottoposti a questo intervento. I lavori sono stati regolamentati da una ordinanza della polizia locale che, in concomitanza con l’apertura dei cantieri, ha previsto una serie di modifiche della viabilità, limitazioni al traffico e abbassamento del limite di velocità. Le strade interessate sono viale Tre Martiri, nel tratto di fronte all’accesso alla camera mortuaria e all’incrocio con via Pietro Micca, via don Aser Porta, via San Michele del Carso, via Mascagni all’incrocio con via Mozart, via Badaloni, piazza Duomo, proprio di fronte alla chiesa principale di Rovigo, via Sacro Cuore, via Cavaglieri, via Amendola all’incrocio con via Gallani, via Oroboni, via Verona, via Corridoni, via Angeli a Buso, via Minadois e via Marco Polo.
Tra le misure previste in corrispondenza dei cantieri velocità massima a 30 chilometri all’ora, divieto di sosta a pena di rimozione, installazione di semaforo mobile o di moviere. Secondo le previsioni a monte dei lavori la sistemazione del tappetino, per quanto come detto non una soluzione definitiva, dovrebbe consentire di prevenire la formazione di avvallamenti o di buche.
Altro importante cantiere che è stato aperto alla fine di agosto quello di viale Trieste. Un intervento che arriva dopo mesi di mobilitazione di un centinaio di famiglie che protestavano contro le buche sulla strada. Frutto dello stato delle condutture di Polesine Acque, con perdite che avevano eroso il fondo stradale. I lavori di Polesine Acque sono mirati proprio a risolvere questo inconveniente. Il cantiere è partito lo scorso 27 agosto. Allo stesso modo i residenti — guidati dal portavoce Massimo Veronese — hanno visto le proprie istanze accolte anche per quanto riguarda la più volte lamentata velocità massima delle auto: la polizia locale ha cominciato a presidiare la strada con il velox mobile.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette