Home Padovano Digitalizzazione, lingue straniere, alternanza scuola-lavoro sono le priorità

Digitalizzazione, lingue straniere, alternanza scuola-lavoro sono le priorità

Anno scolastico appena partito e gli istituti piovesi si preparano, anche quest’anno, a fornire un’ampia offerta formativa agli iscritti, non solo dal punto di vista curricolare, ma anche con tante iniziative che coinvolgono i giovanissimi, contribuendo ad accrescere la formazione dei futuri cittadini.
Le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado sono suddivise tra gli Istituti Comprensivi I e II. Digitalizzazione, sviluppo delle doti artistiche, approfondimento delle lingue straniere e orientamento sono tra gli argomenti su cui puntano maggiormente questi istituti.
“Con il nuovo anno scolastico proseguirà il progetto Scuola 2.0, che mira a potenziare le competenze digitali e alla dematerializzazione, fornendo alcuni servizi come il cosiddetto Registro Elettronico — ha spiegato Franca Milani, dirigente scolastica del Comprensivo I — Anche l’approfondimento delle lingue straniere è tra le competenze fondamentali, con lo studio della lingua inglese già dalle elementari e l’inserimento del bilinguismo alle medie, con l’inglese e il francese”.
“Proseguirà il Progetto Comenius nelle scuole primarie e, nella settimana dal 23 al 27 settembre ospiteremo una delegazione di insegnanti svedesi, inglesi e francesi — ha detto invece Caterina Rigato, dirigente scolastico reggente per il Comprensivo II — E’ prevista, inoltre, la prosecuzione della sperimentazione dell’Inglese Potenziato nella scuola media E. C. Davila, con cinque ore la settimana di studio della lingua”.
Massima attenzione anche per quanto riguarda i progetti dedicati agli alunni stranieri che, come spiegato dalla stessa Rigato, costituiscono una consistente percentuale degli iscritti. Per quanto riguarda gli istituti superiori E. De Nicola ed Einstein, l’offerta formativa è ormai sempre più differenziata e coinvolgente. Educazione alla legalità, cittadinanza consapevole, alternanza scuola-lavoro e approfondimento delle lingue straniere sono le parole d’ordine al De Nicola.
“Verranno riproposti i tradizionali progetti di Cittadinanza e Costituzione ed educazione alla legalità, oltre alle iniziative legate al volontariato — ha spiegato Silvia Polato, alla guida dell’istituto di via Parini — e saranno particolarmente curati tutti quei progetti che mirano a potenziare l’area professionale, come l’alternanza scuola-lavoro, con contatti tra la scuola ed il mondo dell’imprenditoria locale”.
Non mancheranno i progetti europei, gli stage linguistici e i partenariati con scuole distribuite in sette paesi dell’Europa. “Tra i nostri obiettivi ci sarà lo sviluppo dell’istituto tecnico Cardano, presente nel territorio da molti anni con gli indirizzi “Elettronica” ed “Elettrotecnica”, a cui si aggiungerà lo sviluppo della parte legata all’automazione — è stato il commento di Simone Meggiolaro, dirigente scolastico dell’Einstein — Avvieremo, inoltre, “l’Impresa simulata” dalle classi terze in poi, avvalendoci di una piattaforma regionale e non mancheranno gli scambi culturali per quanto riguarda il liceo linguistico” ha concluso.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette