Home Veneziano Cavarzere “Non possiamo imporre un piano antenne

“Non possiamo imporre un piano antenne

“I Comuni, purtroppo, hanno le mani “legate” e le amministrazioni comunali non possono imporre un piano delle antenne ai gestori di telefonia” risponde alla denuncia di Sergio Rubinato il sindaca Henri Tommasi facendo riferimento alla Giurisprudenza . “Trattandosi di un servizio di pubblica utilità – spiega – i gestori sono liberi di collocarsi nel territorio, anche nel suolo privato, senza che gli enti pubblici possano ostacolare l’insediamento delle antenne di telefonia. Al massimo possiamo come Comune tentare un dialogo con i gestori e sollecitare una trattativa che possa accontentare entrambi. Essi comunque possono insediarsi anche nel suolo privato, come del resto è già accaduto a Cavarzere”.
Questo non significa che vi sia la giungla.
“Le antenne – precisa il prima cittadino – prima di venire installate devono essere approvate dall’Arpav!” facendo riferimento al sollecito di Rubinato che invoca controlli più approfonditi. “L’Arpav – sottolinea il sindaco – segue già questo tipo di installazioni. E dall’Arpav noi non abbiamo mai ricevuto segnalazioni di anomalie o di mancato rispetto dei parametri imposti per legge. Gli impianti, pertanto, presenti a Cavarzere sono già stati autorizzati dall’Arpav e vengono monitorati”.
“Ricordiamoci che le aziende – prosegue – non hanno alcun interesse ad installare antenne in mezzo a campi, ma dove c’è una maggiore concentrazione di utenze”.
“Abbiamo un valore di campo tra i più bassi d’Europa, – fa osservare Tommasi – basta pensare che Austria, Slovenia e Croazia hanno valori molto superiori ai nostri”.
Per quanto riguarda il caso di via Roma, il primo cittadino precisa: “Non si tratta di un’antenna per la telefonia ma Wireless”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette