Home Padovano Conferenza dei sindaci: sanità e rischio idraulico al primo posto

Conferenza dei sindaci: sanità e rischio idraulico al primo posto

Si è riunita il mese scorso la prima Conferenza dei sindaci della Saccisica, il nuovo organismo stabile di coordinamento dei programmi e delle azioni delle nove amministrazioni comunali del Piovese.
Due le questioni su cui, in questa prima riunione, si è concentrata l’attenzione dell’assise: la situazione della sanità locale e gli interventi da mettere in atto per ridurre il rischio idraulico del territorio.
“Abbiamo condiviso la necessità di fare il punto sulla situazione dell’ospedale Immacolata Concezione di Piove di Sacco, e questo ad un anno di distanza dall’approvazione delle schede ospedaliere che hanno ridisegnato la rete assistenziale pubblica nel Veneto” ha spiegato il sindaco di Piove di Sacco e presidente della conferenza, Davide Gianella.
“Sono molte le tematiche da affrontare — ha evidenziato il primo cittadino – sicuramente andranno discusse le ultime scelte operate nel campo della dirigenza ospedaliera e dei capi di dipartimento ma anche i servizi al cittadino, da potenziare e sicuramente da migliorare”.
“Serve immaginare la sanità del domani — ha aggiunto Gianella — è necessaria infatti una macroprogrammazione dell’intera Unità locale socio sanitaria e del ruolo di Piove di Sacco all’interno di questa pianificazione. Non per fare dei localismi o contrapporre Padova a Piove — ha sottolineato – ma in un’ottica di efficienza e garanzia del mantenimento dei servizi essenziali”.
In agenda in questa prima riunione anche i futuri interventi per la prevenzione del rischio idraulico nel territorio.
“Ci siamo tutti detti d’accordo sulla necessità di tornare a chiedere alla Regione lo svincolo di quei fondi che permetterebbero di dare seguito all’ultimazione degli interventi sullo scolo Altipiano e del nuovo impianto idrovoro — ha spiegato Gianella – gli interventi approvati e per cui si attendono i finanziamenti che sono importanti per garantire una gestione più sicura del sistema idrico del territorio, per scongiurare allagamenti e altri disagi. E’ importante partire adesso con l’attività di manutenzione e di sistemazione dei corsi d’acqua del territorio con un impegno preventivo, finalizzato ad abbattere i problemi da rischio idraulico che si potrebbero verificare in autunno, quando entrerà nel vivo la stagione delle piogge”.
La conferenza dei sindaci è nata il luglio scorso allo scopo di favorire il lavoro in rete delle amministrazioni pubbliche locali che hanno deciso di condividere una programmazione comune, basata su una scala di priorità concordate. Vi aderiscono i Comuni di Piove di Sacco, Arzergrande, Brugine, Codevigo, Correzzola, Legnaro, Polverara, Pontelongo e Sant’Angelo. Tra gli argomenti che il nuovo organismo si troverà ad affrontare, per citarne alcuni, ci sono la gestione associata delle funzioni tra Comuni per le quali alcuni enti hanno già espresso il loro consenso. C’è da riprendere in mano il programma l’Intesa programmatica d’area (Ipa); la proposta di realizzazione in un eurosportello di progettazione e la predisposizione di un progetto per partecipare ad un bando regionale per la copertura wi-fi.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette