Home Rodigino Delta Un altro passo avanti verso la metanizzazione

Un altro passo avanti verso la metanizzazione

Il gas metano sta raggiungendo Rosolina Mare. E’ stato approvato all’unanimità del Consiglio comunale lo schema di accordo per la definizione dei reciproci adempimenti del Comune rosolinese e Ascopiave Spa per la metanizzazione della località turistica.
Il progetto in questione, presentato in sede consiliare dagli ingegneri Antonio Vendraminelli e Andrea Portieri, prevede un investimento di 2.100.000 euro a carico di Ascopiave che permetterà di dare un valore aggiunto alla località balneare ampliando le possibilità di risiedervi anche nel periodo invernale. L’intervento, che durante i mesi prettamente non turistici interesserà la posa delle tubazioni in tutte le strade di Rosolina Mare in cui è già prevista la pavimentazione successiva ai lavori, potrà portare un particolare indotto permettendo di incrementare il numero di residenti che scelgono di vivere a Rosolina Mare anche nel periodo invernale.
Basti infatti pensare che ad oggi nella località sono diverse le abitazioni sprovviste di un impianto di riscaldamento che potrebbero invece essere sfruttare durante l’intero arco dell’anno. Dopo la sigla dell’accordo nel marzo 2013 tra il presidente di Ascotrade Fulvio Zugno e il sindaco di Rosolina Franco Vitale si è infatti proceduto con il primo stralcio del lavori che ha permesso di posizionare 7 chilometri e mezzo di tubature lungo la provinciale che collega Rosolina alla località balneare, nel tratto dell’argine dell’Adige. Con l’apertura della stagione turistica, per non arrecare disagi al flusso di visitatori, l’intervento è stato interrotto e riprenderà già nelle prossime settimane per proseguire nel 2015 e in parte del 2016 raggiungendo una lunghezza complessiva di 22 chilometri.
L’auspicio è che l’intervento, unico nel suo genere nel territorio provinciale una volta giunto a conclusione permetta alla località di diventare più appetibile durante l’intero arco dell’anno e non solo nel periodo estivo. A questo proposito, fino al 30 novembre sarà applicato uno sconto del 50% sulle quote di allaccio proprio per favorire l’adesione da parte delle utenze. Nel frattempo i lavori procederanno con l’intento di arrecare il minor disagio possibile ai residenti che nella località sono oltre trecento. Con l’atto recentemente approvato in consiglio si chiude un lungo iter che ha incontrato particolari difficoltà dal punto di vista burocratico nell’ottenimento di tutte le autorizzazioni da parte degli enti interessati dal progetto

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette