Home Riviera del Brenta Riviera Ovest Calano le tasse sui rifiuti

Calano le tasse sui rifiuti

Il consiglio comunale di Vigonovo, a ottobre, ha approvato la diminuzione delle tariffe fissa e variabile per le utenze commerciali ed artigianali, per l’asporto rifiuti del 2014. A spiegare il provvedimento, a nome dell’amministrazione comunale, è il vicesindaco Filippo Fogarin. “E’ con soddisfazione — spiega il vicesindaco — che tutta l’amministrazione ha approvato la diminuzione delle tariffe dopo il completo riassetto del metodo di raccolta e calcolo delle superfici avvenuto l’anno scorso. Infatti, le diminuzioni variano dal 25 al 15% per tutte le categorie sia per la tariffa fissa che per la tariffa variabile”. Viene poi analizzato il provvedimento. “Le principali categorie — prosegue Filippo Fogarin — per le quali si è praticata una diminuzione del 25% sono uffici, agenzie, studi professionali, parrucchiere, barbiere, estetista. Attività artigianali tipo: falegname, idraulico, fabbro, elettricista, carrozzeria, autofficina, elettrauto. Attività industriali con capannone di produzione, attività artigianali di produzione beni specifici, associazioni, luoghi di culto. E una riduzione del 20% per i negozi d’abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, edicola, farmacia, tabaccaio, ferramenta e altri beni durevoli. Probabilmente per il 2015 sarà possibile praticare ulteriori riduzioni anche per le utenze domestiche”. La riorganizzazione della raccolta dei rifiuti è stata avviata a luglio e pianificata assieme ad altri 4 comuni: Campagna Lupia, Campolongo Maggiore, Camponogara e Fossò. “Ad agosto tutti e cinque i comuni hanno avuto una percentuale di raccolta differenziata dell’82,2% — annuncia Fogarin — e a settembre del 76,6%. Percentuali molto alte, raggiunte grazie al lavoro dei cittadini, che potranno essere aumentate considerato che circa 250 famiglie, che vivono in condominio, devono ancora ricevere i bidoni o le piazzole ecologiche”. Viene poi spiegato un altro progetto. “Per combattere l’abbandono dei rifiuti — precisa il vicesindaco — che oltre a determinare degrado causa un aumento dei costi di gestione e di smaltimento, l’amministrazione assieme alle guardie ambientali praticherà, come promesso nei vari incontri pubblici, dei controlli costanti nei parchi, e lungo gli argini, aprendo sacchetti e borse abbandonate. Il sopralluogo di venerdì 17 ottobre ha permesso la notifica di 6 multe di 167 euro cadauna. Il miglioramento della raccolta differenziata, con la conseguente diminuzione dei costi del servizio, è un progetto che, con l’aiuto di cittadini ed imprese, comincia ad avere i suoi risultati”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette