Deroga al Patto di stabilità per lavori in Corte Benedettina

CORREZZOLA scuderie 1C’è anche Correzzola tra i quattro i comuni padovani beneficiari della deroga al patto di stabilità interno concessa con l’approvazione del decreto del Presidente del Consiglio “Sblocca Italia”. Complessivamente sono stati 128 i comuni italiani toccati dal provvedimento che riguarda opere pubbliche per quasi 200 milioni di euro.

Nella provincia ne potranno usufruire anche Anguillara Veneta, Campo San Martino e Rubano. L’esclusione dal patto, che riguarda specifiche opere ritenute prioritarie dalle amministrazioni comunali, ne consentirà così il finanziamento e l’esecuzione in tempi brevi. Ad Anguillara Veneta la priorità è stata data ai progetti di viabilità ciclo pedonale, a Campo San Martino dal patto di stabilità interno saranno esclusi i 129 mila euro destinati al terzo stralcio dei lavori di ampliamento di un tratto della Sp 10 Desman, mentre a Rubano la priorità individuata è quella concernente il territorio e la sua messa in sicurezza. La deroga più consistente riguarda però proprio il comune di Correzzola. Ben 750 mila euro, tutti focalizzati sul progetto di recupero di una parte della Corte Benedettina. Oggetto di particolare attenzione è stato considerato il recupero dell’edificio delle ex scuderie.

La deroga al patto di stabilità permetterà di procedere così con il primo scalcio, già cofinanziato da Regione e Provincia, per un recupero complessivo della struttura dell’enorme edificio, con il consolidamento statico e del tetto. Il secondo stralcio permetterà poi di ricavare all’interno degli spazi da dedicare alla biblioteca di storia locale e al museo permanente della Bonifica.

 

di Alessandra Ceserato

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento