Home Padovano Conselvano Illuminazione pubblica: addio vecchie lampade, arrivano i led

Illuminazione pubblica: addio vecchie lampade, arrivano i led

illuminazione-a-ledDa alcuni anni il Comune di Due Carrare ha avviato la riqualificazione della rete di illuminazione pubblica, allo scopo di razionalizzare i consumi energetici, ottenere un risparmio economico e ridurre le emissioni di CO2 in atmosfera. A causa della scarsità di risorse, per dar corso agli interventi di miglioramento e modernizzazione della pubblica illuminazione, l’ente locale è obbligato a ricercare i necessari fondi europei partecipando ad appositi bandi.

“In ottobre abbiamo provveduto ad elaborare un progetto esecutivo di un’ulteriore porzione importante dei nostri sistemi di illuminazione pubblica e ad inoltrarlo alla Regione Veneto, in funzione di un bando sostenuto da fondi europei – spiega il vicesindaco Claudio Garbo – Il progetto si pone l’obiettivo di risparmiare energia ottimizzando i consumi, di innovare tecnologicamente gli impianti di illuminazione pubblica e di riqualificarli funzionalmente”. Il progetto prevede la sostituzione di oltre 400 vecchie lampade, con altrettante a nuova tecnologia a LED, e di una parte dei sostegni. Il costo dell’intervento ammonta a 300.000 euro. Se la richiesta di finanziamento fosse accolta, l’85% della spesa verrebbe coperta dal contributo europeo a fondo perduto, mentre il 15% sarebbe a carico dell’ente locale.

L’amministrazione comunale ha in cantiere altri due progetti di riqualificazione energetica. Il primo consiste nella sostituzione di circa 270 lampade al mercurio con quelle a LED. L’intervento, la cui spesa è di 150 mila euro finanziata con fondi propri dell’ente, è in attesa di esecuzione; il ritardo nell’avvio dei lavori è dovuto ai limiti di spesa imposti dal patto di stabilità. La seconda progettualità prevede la sostituzione nei centri storici di circa 120 lampade al mercurio, con quelle a LED, per un costo di 100 mila euro. Il progetto gode di un finanziamento regionale di 49 mila euro, ma non può essere ancora concretizzato sempre a causa del Patto di stabilità.

“I tre interventi sommati comporteranno un risparmio di oltre 350.000 kWh all’anno – puntualizza Garbo – Il risparmio economico rispetto ai vecchi corpi illuminanti, prevalentemente al mercurio, sarà del 74%. Con questi interventi raggiungeremo alcuni importanti obiettivi: l’eliminazione totale dei corpi illuminanti al mercurio, un risparmio energetico del 74%, la riduzione della bolletta elettrica pari a circa 80.000 euro rispetto agli attuali costi, nonché della CO2 emessa in atmosfera e delle manutenzioni.Il rientro dell’investimento, relativo alla semplice sostituzione delle lampade, si concretizzerebbe in circa 4,5 anni”.

 

di Francesco Sturaro

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette