Home Riviera del Brenta Riviera Est Camponogara, “siamo opposizione decisa e costruttiva”

Camponogara, “siamo opposizione decisa e costruttiva”

CAMPONOGARA – L’opposizione alla maggioranza di centrosinistra che guida il comune con il sindaco Giampietro Menin, fa il punto della situazione dopo 8 mesi dalle elezioni, con il capogruppo della lista civica “Amministrare insieme” Pascale De Falco. De Falco 41 anni, avvocato, è al suo secondo mandato amministrativo, sempre come consigliere di opposizione. La prima volta è stato eletto nel 2009, con 187 preferenze; la seconda volta nel 2014, con 222 preferenze. De Falco non fa mistero del suo contributo alla lista. “La lista civica “Amministriamo Insieme” – spiega – ha raccolto 1600 preferenze. Ciò sta a significare che alla stessa ho portato il 14% dei voti. Attualmente non sono iscritto ad alcun partito, e quindi sono un indipendente”.

“Sono diventato capogruppo della lista civica “Amministriamo Insieme” – spiega De Falco – a seguito delle dimissioni rassegnate dal candidato sindaco Emanuele Compagno. Al primo Consiglio Comunale del secondo mandato amministrativo, ho dichiarato che la mia, e quella del mio gruppo, sarà un’opposizione costruttiva ed intellettualmente onesta. Per questo abbiamo votato a favore di tutte quelle proposte di delibera aventi ad oggetto la valorizzazione del patrimonio comunale. Alcuni esempi in questo senso sono chiarificatori: sistemazione del sagrato della chiesa di Premaore, dei plessi scolastici e del campo sportivo, e la messa in sicurezza delle strade”. Ma non solo. “Abbiamo votato a favore, e cioè insieme alla maggioranza – dice – alla sospensione dell’Atto aziendale riguardante l’ospedale di Dolo. In particolare, ho chiesto al sindaco di chiedere al presidente della Regione del perché del mancato stanziamento della somma di 22,5 milioni euro, come previsto dalla Delibera Regionale 55/2010. Infine, abbiamo votato a favore di tutte quelle proposte di delibera, che comportavano un contenimento della spesa pubblica, proprio perché è il momento storico, che stiamo vivendo, che ce lo richiede”. Non sono mancate anche le prese di posizione decise. “In Consiglio Comunale – spiega – siamo stati critici nei confronti di Veritas. Questa, infatti, non riduce le tariffe, nonostante il Comune di Camponogara, così come gli altri comuni limitrofi , abbia raggiunto l’80% nella raccolta differenziata”.

“Tra le priorità del mio gruppo consiliare – continua De Falco – vi sono sicuramente la prevenzione del rischio idrogeologico (quindi, saremo propositivi durante tutto l’iter di approvazione della variante, prossima ed imminente, al Pati riguardante i Comuni di Camponogara e Fossò) e la riduzione delle tasse comunali”. Precisa infine le linee guida da seguire durante il mandato. “Gli enti locali – conclude – sono privi di risorse finanziarie a causa del Patto di stabilità interno, e dei continui tagli ai trasferimenti statali e regionali. Per ovviare a ciò è necessario che i Comuni si uniscano, e che portino avanti battaglie all’insegna dell’allentamento del patto di Stabilità Interno e del conseguimento di contributi europei”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette