Colletta alimentare, a scuola di cucina e di solidarietà sociale

ciprianiLe statistiche parlano chiaro: sempre più giovani dopo le medie scelgono di studiare per diventare chef o affini. Anche il Polesine non si discosta da questa linea, con il Cipriani di Adria preso letteralmente d’assalto dai ‘primini’ ogni settembre. Ma il prestigio dell’istituto alberghiero va oltre sterili numeri: perché per questo Natale, studenti e insegnanti sono in prima fila per raccogliere alimenti da donare ai bisognosi. Più precisamente, all’interno di ogni classe dell’istituto sono stati posti degli scatoloni vuoti, per raccogliere tutto ciò che è a lunga conservazione e non deperibile. Una volta riempiti, i pacchi sono passati a un centro di solidarietà locale, che a sua volta ha provveduto alla distribuzione ai nuclei familiari del nostro territorio in difficoltà economica. La scuola dunque non solo per dispensare nozioni ma anche scuola di vita, per formare cioè i giovani al principio della solidarietà sociale. I rappresentanti d’istituto, insieme alle professoresse Federica Martinolli e Anna Paola Tosato, hanno messo in piedi una colletta alimentare rivolta anche a tutti gli studenti, insegnanti e al personale della scuola. “L’approssimarsi del Natale fa riflettere sulla necessità di condividere ciò che è fondamentale per qualsiasi essere umano, il cibo, con chi ne ha più bisogno” affermano le due insegnanti. Saranno stati di certo tanti i fortunati gourmand che avranno gustato i dolci e i biscotti preparati nei laboratori dell’istituto: laboratori dai quali esce un costante e penetrante profumo. Da acquolina in bocca.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento