Home Riviera del Brenta Riviera Est Crollano le multe, aumentano gli incidenti

Crollano le multe, aumentano gli incidenti

Crollano gli incassi delle multe, aumentano gli incidenti, aumentano anche le patenti ritirate. Questi i dati che emergono dal rapporti della Polizia Locale di Mira. Polizia locale che ha presentato le cifre dell’attività svolta nel 2014. Per il secondo anno consecutivo calano, infatti, i verbali per violazioni al Codice della Strada, che sono scesi da 2149 a 1630. Giù anche il valore complessivo delle sanzioni: da 400 mila euro a 327.000. Positivo il commento del primo cittadino.

“Questo – osserva il sindaco Alvise Maniero – è il segno che i vigili non sono utilizzati per fare cassa a spese dei cittadini, ma per garantire le condizioni di sicurezza di chi circola nelle strade”. Quasi un terzo delle multe, cioè 489 ha riguardato infrazioni al divieto di sosta (erano 583 lo scorso anno), mentre 203 verbali sono stati elevati per violazioni commesse dagli autisti dei mezzi pesanti”. Il controllo sui mezzi pesanti, soprattutto sulla Romea e sulla brentana, infatti, è una peculiarità operativa degli agenti miresi. “E’ un dato significativo – commenta Maniero – perché conferma il ruolo fondamentale che riteniamo debbano svolgere i vigili, la cui presenza sulle strade deve costituire una forma di deterrenza contro comportamenti che mettono a rischio la sicurezza di automobilisti, ciclisti e pedoni. Il loro primo obiettivo non è dare multe, ma educare, prevenire, indurre a comportamenti corretti: su questo continueremo a insistere, convinti che il vigile non debba essere uno sceriffo o un gabelliere, ma una fi gura la cui presenza dà fiducia e sicurezza”. Le patenti ritirate sono state 129 (116 nel 2013), le carte di circolazione 31. Accertate 108 mancate revisioni, e 72 mancate coperture assicurative. 68 sono stati i veicoli posti sotto sequestro amministrativo, 46 quelli sottoposti a fermo. I sinistri stradali rilevati sono stati 111 rispetto ai 104 dell’anno precedente. I verbali elevati per violazioni amministrative sono stati 33, 10 quelli per violazioni al commercio. Si conferma notevole il numero degli accertamenti edilizi e ambientali (267 in tutto, erano stati 299 nel 2013). “Puntiamo molto a una forte presenza dei vigili sul territorio – continua il sindaco – per il contrasto attivo all’abusivismo e alle violazioni ambientali, queste ultime in stretta collaborazione con gli ispettori Veritas”.

Gli accertamenti urgenti sulle persone (pre-test alcool e stupefacenti) sono stati 18. Le notizie di reato sono state 70, le persone deferite all’autorità giudiziaria 77. Le persone segnalate alla Prefettura per detenzione e uso di stupefacenti sono state 15 (21 nel 2013). Sei le armi da taglio sequestrate, e due quelle da fuoco. Sequestrate anche piccole dosi di hashish e marjiuana. I vigili hanno provveduto anche a sgomberare un accampamento abusivo di nomadi. Infine, sono stati 1926 gli accertamenti anagrafi ci eseguiti. “Ancora una volta va sottolineato – conclude il sindaco – come tutto questo complesso di attività sia stato realizzato con un numero molto ridotto di agenti rispetto a quelle che sarebbero le esigenze del territorio mirese e della quantità dei residenti: una decina in tutto, compreso il comandante, che si devono poi dividere in due turni lavorativi. Basti pensare che indicativamente sarebbe previsto un vigile ogni mille abitanti, quota a cui con le ristrette di bilancio e le norme sul personale, è impensabile anche solo avvicinarsi. Non va inoltre dimenticato che i vigili garantiscono la sorveglianza e la sicurezza in occasione di iniziative e manifestazioni pubbliche, e svolgono un importante lavoro di educazione alle norme del Codice della Strada nelle scuole miresi”.
Alessandro Abbadir

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette