Da Conselve alle Dolomiti

denis perilliDa Conselve alle vette delle Dolomiti: Denis Perilli ha riversato tutta la sua passione per la montagna e la competenza tecnica in materia in un libro accolto con favore e interesse. Il libro è frutto delle lunghe frequentazioni di Denis fra i “monti pallidi”, arricchite dagli studi naturalistici su un territorio unico al mondo.

“Escursionismo consapevole in Dolomiti”, così si intitola il lavoro edito da Idea Montagna, offre una visione inedita e originale con la quale affrontare e conoscere queste montagne. Il volume conta oltre 400 pagine con 600 foto ma anche 30 schemi e disegni e altrettante tabelle, insieme a 40 escursioni complete di mappe e schede dettagliate per vivere le Dolomiti con un nuovo approccio che tenga conto non solo dell’aspetto sportivo, ma anche di quello storico e naturalistico, con un occhio di riguardo all’ambiente.

C’è spazio anche per le leggende: “In passato, prima dell’avvento dell’alpinismo esplorativo e del turismo, – scrive Perilli – gli abitanti delle vallate dolomitiche credevano che le loro montagne fossero abitate da strane creature. L’alta quota era percepita come ambiente sconosciuto e per questo misterioso, dimora di spiriti, figure mistiche, streghe, orchi e nani”.

Dettagliata e documentata la sezione sui sentieri e le vie ferrate: “Chissà se qualcuno si è mai posto domande sulla storia o sull’origine di quella flebile traccia o strada sterrata che sta percorrendo. Chissà se qualche altro si è interrogato sul significato di quel numero che ha prima letto sulla carta topografica e ora di tanto in tanto ritrova su una roccia, su un albero o su una tabella”.

Denis Perilli è nato nel 1973 a Conselve, dove ancora vive. Ha cominciato a frequentare le Dolomiti fin dall’adolescenza, scoprendo le potenzialità di questo laboratorio all’aria aperta, luogo ideale per soddisfare la propria innata curiosità naturalistica. Quasi scontata la laurea in Scienze Naturali all’Università di Padova con una tesi sulle dinamiche di popolazione dell’arvicola rossastra nella Foresta di Paneveggio, studio promosso dal Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino. I risultati di questi lavori sono stati pubblicati in Acta Biologica e Natura Alpina, riviste dell’allora Museo Tridentino di Scienze Naturali. L

a sua passione per la mon- tagna l’ha portato a esplorare gran parte del territorio dolomitico, con predilezione per vette e sentieri meno frequentati, fonti d’ispirazione per osservazioni geologiche, faunistiche, floristiche ed ambientali. Nel 2012 ha iniziato a collaborare con Idea Montagna e scrivendo le introduzioni geografiche e naturalistiche di alcune pubblicazioni sulle Dolomiti di Brenta e d’Oltre Piave, la Val Visdende e le ferrate dell’Alto Garda.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento