Expo, si punta su ville e commercio

Mirano parte in anticipo per l’Expo 2015: il nuovo anno si apre, infatti, con la notizia di due importanti contributi della Regione Veneto destinati al Comune di Mirano. L’ultimo giorno dell’anno sono infatti arrivate due comunicazioni che annunciano il fi nanziamento di altrettanti progetti elaborati e presentati nei mesi scorsi dall’ente locale. La prima riguarda l’approvazione di un sostegno da 340 mila euro al progetto “Interventi mirati al miglioramento dei parchi storici Belvedere-25 Aprile e Villa Giustinian Morosini”.

Le opere oggetto del contributo, riguardano l’eliminazione degli ostacoli fi sici che limitano o impediscono la piena mobilità degli utenti e in particolare dei soggetti con ridotta o impedita capacità motoria e l’introduzione e installazione di accorgimenti e segnalazioni per l’orientamento e la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti di pericolo, in particolar modo per i non vedenti e gli audiolesi. Il contributo era stato richiesto nell’ambito dell’Ipa, l’Intesa programmatica d’area dei sette comuni del Miranese, a seguito di un bando regionale per la programmazione delle risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione. Benefi ciario, appunto, è il Comune di Mirano, dato che il progetto presentato prevede la realizzazione di strutture per rendere accessibili i parchi storici e Villa Giustinian Morosini, la quale potrà diventare un’attrezzata sede espositiva. “Siamo soddisfatti – commenta il sindaco Maria Rosa Pavanello – perché questo è il primo progetto concertato nell’ambito dell’Ipa che ha ottenuto un fi nanziamento per il Comune di Mirano. Gli spazi saranno messi a disposizione dell’intero territorio miranese, anche in prospettiva della declinazione veneta dell’Expo 2015”

. La seconda comunicazione della giunta regionale annuncia un fi nanziamento di 369.875 euro per il progetto pilota “Mirano: cultura shopping ed enogastronomia”, presentato dal Comune in collaborazione con Confcommercio del Miranese e Confesercenti di Venezia, nell’ambito dell’individuazione dei nuovi distretti del commercio. Sono previsti sia interventi strutturali, che riguardano l’accessibilità e l’arredo urbano (ad esempio si ipotizza di realizzare uno spazio polifunzionale nella corte di Villa Errera), sia interventi di promozione del distretto del commercio (ad esempio azioni che riguardano il marketing urbano e territoriale, veicolati dalle presenze culturali e dalle eccellenze territoriali del distretto) e di miglioramento dei servizi legati all’accoglienza turistica. L’area interessata è quella del centro storico allargato, da via Mariutto a via Gramsci, da via Vittoria a via Cavin di Sala. L’operazione è fi nalizzata a creare una rete di cittadini e imprese per accrescere l’attrattiva del territorio. Tra i partner ci sono anche Pro Loco Mirano, Ascom Servizi, Cna-Confederazione nazionale dell’artigianato, Cgia-Associazione artigiani piccole imprese, Cia-Confederazione italiana agricoltori, Coldiretti, la Filarmonica di Mirano e altri.

Filippo De Gaspari

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento