Home Sport Chioggia Sport Girone d’andata - La Clodiense termina a quota 26 punti, 7° posto

Girone d’andata – La Clodiense termina a quota 26 punti, 7° posto

CHIOGGIA – La Clodiense dopo la vittoria casalinga con il Dro, grazie alla doppietta di Santi nella 15^ giornata, è andata a perdere in casa della Sacilese per 1 a 0 una partita molto equilibrata con poche occasioni da gol dove il pari sarebbe stato il risultato più giusto, ma l’equilibrio è stato spezzato da un gol in sospetto fuorigioco al 14’ di Sottovia. Nella 16^ giornata la Clodiense ha ospitato l’ “armata” del presidente Dalla Rive dell’Altovicentino, candidata a vincere il campionato insieme al Padova e che si era rafforzata con l’arrivo di Gambino e Marazzo. Il risultato fi nale è stato 4 a 4, ottenuto al temine di una partita spettacolare sia dal punto di vista tecnico e agonistico che per i capovolgimenti di risultati. I ragazzi di Pagan, dopo il gol nei primi minuti di Isotti, subivano 3 gol con una doppietta di Gambino e gol di Cortesi. Il 1^ tempo terminava sul punteggio di 3 a 1 per i vicentini e la partita sembrava persa. Ma nella ripresa c’è stata la reazione d’orgoglio dei granata che hanno accorciato le distanze su rigore trasformato da Mazzetto e, in inferiorità numerica per l’ennesima espulsione di Pellizzer, raggiungevano il pari con una sassata di punizione di Casagrande. I vicentini andavano sul 4 a 3 con un colpo di testa di Di Girolamo. A questo punto in pochi credevano nell’ennesima reazione granata ma i vicentini non avevano fatto i conti con Santi che in volo d’angelo di testa metteva al 43’ la palla in gol tra il tripudio dei pochi tifosi presenti. Nella 17^ e ultima giornata di andata la Clodiense di Mister Pagan andava a fare visita al Kras Repen, una formazione impelagata nelle zone basse della classifi ca, contro cui i granata negli anni scorsi hanno sempre perso; ne è venuto fuori un pari. Al gol iniziale realizzato al 15’ da Santi ha replicato al 30’ Rabeni. Una partita bruttissima, complice un campo di piccole dimensioni dove il prato erboso era in condizioni indecenti considerato che si gioca in serie D. Nella ripresa, nonostante il Kras fosse in inferiorità numerica per un’espulsione, i nostri ragazzi non sono riusciti a creare nulla.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette