Home Veneziano Cavarzere Il caso della rampa di Rottanova arriva in Consiglio comunale

Il caso della rampa di Rottanova arriva in Consiglio comunale

delegazione di Rottanova in Consiglio - parla Graziano GarbinDa mesi i residenti e le attività commerciali di Rottanova sono costretti a non pochi disagi per i problemi di staticità della rampa che collega la strada arginale del Gorzone con via Coette Basse e con il locale cimitero. La rampa è chiusa al traffico da fine maggio, diverse volte i residenti sono stati ricevuti dal sindaco, senza però ottenere le rassicurazioni sperate e hanno così deciso di recarsi in massa a una seduta del Consiglio comunale, quella del 27 novembre, per chiedere delucidazioni.

Un centinaio di persone hanno così pacificamente occupato la sala convegni di Palazzo Danielato, dove si stava per riunire il Consiglio comunale, della nutrita delegazione facevano parte anche il parroco don Andrea Rosada e il presidente del Comitato cittadino Graziano Garbin. Il presidente del Consiglio comunale Mauro Contadin ha dato la parola a Garbin, il quale ha espresso la preoccupazione e il disagio dei residenti della frazione per una situazione che comporta “gravi problema di viabilità” e “seri rischi per la sicurezza di chi si trova a transitare nella zona”, prova ne sono i piccoli incidenti che si sono verificati nella zona della rampa. Il sindaco Henri Tommasi ha detto di aver più volte scritto al Genio civile di Este e alla Regione Veneto per sollecitare un intervento sulla rampa, di proprietà comunale ma adiacente l’argine del Gorzone. Ha poi aggiunto che, secondo un progetto di qualche anno fa, predisposto dalla Giunta Parisotto, il costo per realizzare una nuova rampa è di 100mila euro, cifra che va oggi aggiornata al rialzo.

“Il Comune non ha i soldi per realizzare l’opera – ha detto il sindaco – siamo però fiduciosi che, se il Genio civile avanzerà dei fondi dai lavori che sta realizzando sugli argini, li possa dirottare sulla rampa. Inoltre abbiamo chiesto alla Regione Veneto di intervenire con uno stanziamento, senza però avere risposta”. Le parole del sindaco non hanno per nulla soddisfatto i rottanovani, un poco rinfrancati però dal successivo intervento dell’assessore ai Lavori pubblici Renzo Sacchetto, il quale ha detto che anche lui si sta muovendo per trovare una soluzione, preannunciando il probabile arrivo a breve di buone notizie. Sindaco e assessore Sacchetto si sono presi l’impegno di partecipare a una riunione pubblica sul tema, da fare ai primi di gennaio a Rottanova, per aggiornare la popolazione sull’iter della vicenda.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette