Home Padovano Padova Nord La critica di Limenattiva e Democratica: "Opere pubbliche improvvisate"

La critica di Limenattiva e Democratica: “Opere pubbliche improvvisate”

consiglio limena 2Una critica pesante, mossa dal gruppo di opposizione Limenattiva e Democratica (Lad), che si scaglia contro il Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2015-2017 della giunta Costa.

Un dissenso che nasce dalla constatazione delle “reali esigenze della cittadina”, che non coinciderebbero con un piano di intervento definito da Lad come un “affastellamento di proposte”, esageratamente corpose da un punto di vista economico e che sembrano voler perpetuare un’interminabile propaganda elettorale.

Lad ha esposto le proprie perplessità su alcune decisioni delle giunta. Per quanto riguarda il progetto per l’asse viario centrale e la struttura della piazza che dovrebbe sorgere tra le due barchesse, il gruppo ritiene che gli interventi andrebbero sviluppati in una coerente concertazione progettuale, tenendo conto “dell’ accesso alla Barchessa, la manutenzione della medesima, le condizioni della strada prossimale ad essa, l’eventuale riqualificazione della parte della Barchessa ancora non utilizzata, le scelte sullo spazio tra le due Barchesse e il riassetto dell’asse stradale centrale”.

Secondo Lad gli interventi edilizi sugli spazi scolastici sarebbero “di volta in volta risistemati, inseguendo le necessità numeriche della popolazione scolastica”, anziché derivare da una strategia organica. Il gruppo di opposizione definisce l’offerta di ambienti sportivi ampia e per questo non classifica prioritario destinare importanti risorse all’ampliamento delle palestre o alla realizzazione della Cittadella dello Sport.

Lad richiede chiarimenti sui criteri e sulla programmazione degli interventi di manutenzione di strade e marciapiedi, oltre che sui lavori di manutenzione straordinaria. Infine, il gruppo lamenta la mancanza di opere di intervento riguardanti la periferia, zona che necessiterebbe di una ridefinizione.

Secondo Lad il rapporto tra linee d’intervento e risorse economiche a disposizione non terrebbe conto delle priorità del territorio e della particolare congiuntura economica, per questo il gruppo chiede alla giunta di spiegare alla cittadinanza quali siano stati i criteri di “merito e metodo delle scelte attuate nello stilare tale elenco, in un’ottica di trasparenza e condivisione”.

di Nicol Stefani

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette