Home Salute Padova Nord La terapia con i fiori di Bach

La terapia con i fiori di Bach

Viene chiamata floriterapia perché fa uso di essenze di fiori selvatici (ottenute mediante un particolare procedimento) che curano gli stati d’animo negativi come per esempio impazienza, timidezza, gelosia, responsabili del nostro malessere interiore e di conseguenza fisico. Un termine moderno per definire questo concetto è “somatizzazione”, la la malattia è la somatizzazione fisica di un disagio emotivo.

Ad esempio, la rabbia, quando è trattenuta e non espressa, può essere scaricata a livello fisico in vari modi: acidità di stomaco, problemi digestivi, cefalee, bruxismo (il digrignare i denti), dolori muscolari, rigidità. In queste situazioni se si cura solamente il sintomo, il sollievo che se ne otterrà sarà solo momentaneo perché non vengono rimosse le cause profonde che lo hanno generato. La floriterapia è una terapia “vibrazionale”. Per comprendere il significato di vibrazione bisogna considerare che l’organismo umano è formato da cellule, quindi da molecole e scendendo ancora nel più piccolo da atomi. L’atomo, che è la particella fondamentale della materia, è costituito secondo la fisica quantistica sia da materia che da energia. Questa energia viene naturalmente assorbita e trasmessa attraverso radiazioni elettromagnetiche che hanno una frequenza, una vibrazione. Il corpo umano, dunque, emette ed assorbe energia, “vibrazioni”.
LE CARATTERISTICHE DEI FIORI DI BACH
I rimedi utilizzati nella floriterapia sono costituiti dalle essenze vibrazionali di 38 fiori differenti, identificati da Bach e corrispondenti ai sette principali stati d’animo causa di somatizzazione (paura, incertezza, scarso interesse per il presente, solitudine, disperazione, ipersensibilità, eccessiva preoccupazione per gli altri…). Somministrando i fiori corrispondenti agli stati d’animo in disarmonia, per risonanza della vibrazione del fiore con lo stato disarmonico, è possibile riportare lo stato alterato alla sua vibrazione naturale, ottenendo un riequilibrio sia emozionale che fisico. I fiori di Bach possono essere somministrati contemporaneamente a terapie naturali o mediche classiche risultando un valido aiuto e sostegno. Non hanno controindicazioni pertanto possono essere assunti dai bambini, donne in gravidanza e in allattamento, senza temere effetti indesiderati. I rimedi vengono scelti attraverso un colloquio con un terapeuta in cui vengono analizzati gli stati d’animo del momento e le predisposizioni personali.
La Finestra Naturale

Impronta - Arredi su misura
Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette