Home Padovano Conselvano Meno spesa piu efficienza: il sindaco Zanardo illustra i vantaggi per i...

Meno spesa piu efficienza: il sindaco Zanardo illustra i vantaggi per i cittadini

16303658Il Comune di Cartura si è convenzionato con quelli di Due Carrare e San Pietro Viminario per gestire in forma associata tutte le funzioni amministrative di competenza degli enti locali. Un passaggio significativo, che le tre amministrazioni comunali confidano possa portare a quell’economicità, quell’efficienza e quell’effica- cia richieste dalla normativa nazionale.

Il primo passo da compiere per giungere a questo triplice obiettivo è stato indicato dagli amministratori locali nella riorganizzazione degli uffici comunali, coinvolgendo in questo processo i dipendenti dei tre enti locali. “La riorganizzazione degli uffici ha come presupposto/obiettivo, non solo quello di mantenere l’erogazione in loco dei servizi e l’apertura dei municipi, ma di aumentarne la possibilità complessiva di accesso da parte dei cittadini – dichiara il sindaco di Cartura, Massimo Zanardo – A solo titolo di esempio, l’obiettivo è che un cittadino di uno dei comuni, oltre che recarsi presso il proprio, possa ottenere i servizi anche negli altri enti. Naturalmente questo richiede progettazione, riorganizzazione e un tempo adeguato, nonché una omogeneizzazione dei software, delle procedure e dei re-golamenti. Tutto questo significherà aumentare i servizi, renderli più semplici e sburocratizzare diverse pratiche e procedure, il tutto nell’interesse dei cittadini”.

Per il sindaco di Cartura, in questo momento le convenzioni siglate rappresentano un primo passo, in grado di porre le fondamenta per la riorganizzazione degli uffici e degli stessi tre enti locali. “Fatto questo passaggio, se ci saranno le condizioni, riteniamo che le stesse convenzioni dovranno sfociare in una forma aggregativa più evoluta e incentivante: l’unione dei comuni o l’eventuale fusione – prosegue il sindaco Zanardo – questo è un momento di fondamentale importanza per il nostro territorio. Se ci guardiamo attorno, vediamo che anche tutti gli altri comuni si stanno riorganizzando e aggregando con le diverse forme previste; questo sta una volta di più a dimostrare che nessuno, anche gli enti sopra i cinquemila abitanti, può rimanere fermo, perché rischia di restare isolato e di dare meno risposte al proprio territorio e ai propri cittadini in termini di servizi”.

Con l’esercizio in forma associata delle funzioni amministrative, i tre comuni mirano a contenere le spese per la gestione dei servizi, ad assicurare le sostituzioni del personale così da garantire la continuità delle prestazioni erogate, a partecipare congiuntamente a bandi e finanziamenti regionali, nazionali ed europei per ottenere contributi a favore di progetti comuni, a costituire uffici unici, ad omogeneizzare le buone prassi in essere nei tre enti e standardizzare regolamenti, modulistica e procedure anche informatiche.

Per quanto riguarda sede e organizzazione di uffici e servizi, gli amministratori comunali hanno sottolineato la volontà di mantenerli operativi in tutte e tre le municipalità, garantendo l’erogazione dei servizi ai cittadini in tutti e tre gli enti, pur riservandosi l’opportunità di valutare l’accorpamento di quegli uffici non a diretto contatto con il pubblico.

 

di Francesco Sturaro

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette