Nozze di “perla” per la boxe piovese

pag. 24 sport chioggia Stefano Mantegazza (2)Quest’anno la “gloriosa” scuola di pugilato di Gino Freo compie 30 anni. Era il lontano 1985, infatti, allorché Freo, dopo aver abbandonato il ring, con alcuni amici come il primo presidente Giorgio Sartori, e come collaboratori il compianto Renato Barzon, Sergio Favretto, Gino Vivarini tanto per citarne alcuni, ha pensato bene di metter su una scuola di boxe.

Pian piano con pazienza e cercando sempre di trasmettere ai suoi allievi quello che aveva imparato lui, ha fatto crescere pugilisticamente Mirco Bortolotto campione italiano under 18 più volte nazionale e il primo professionista a vestire i colori della Boxe Piovese. Poi per citarne alcuni Fabio Gallocchio, uno dei primi allievi di Gino Freo, Elvio Zennaro, altro campione italiano, e i professionisti Cristian Sanavia e Devis Boschiero.

Tra i suoi collaboratori da citare Ampellio Zennaro e Luigino Gatto che ha fatto salire sul ring tutti e quattro i suoi figli. Tanta storia della noble art piovese, insomma, den- tro la vecchia palestra delle scuole elementari e nell’attuale pala junior di via Bernardo da Piove. “Quest’anno faremo qualcosa per festeggiare i trent’anni della Boxe Piovese – spiega Freo – e in quella occasione ricorderemo tutti, dirigenti, pugili collaboratori, una festa per la città, lo sport ma soprattutto per il pugilato”.

Detto del passato della Boxe Piovese corre l’obbligo di ricordare quanto fatto da Freo e soci nel corso dell’anno appena passato. Sono state 12 le manifestazioni organizzate – spiega sempre Freo – alcune anche di rilievo come la Talent Ligue, campionato a squadre Italiano, il 26 aprile 2014. Poi torneo Giovanili lazzetto Borgo Rossi, con la collaborazione del Comune di Piove di Sacco ed in particolare con il fattivo contributo degli assessori Sartori e Car- nio. In questa importante kermesse due nostri pugili si sono laureati campioni del Veneto: il s. welter Nicola Fasolo e il medio Alessandro Bertolin.

Niente titolo per il nostro capitano Stefano Mantegazza, welter, che in finale disputando un grande match, il migliore in assoluto delle tre giornate, perdendo per preferenza. Non sappiamo ancora quale posizione di Classifica occuperemo anno 2014. Anno scorso, attività 2013 siamo ci siamo piazzati al 10° posto assoluto in Italia, secondi nel Veneto. Consideriamo che operano più di mille palestre pugilistiche in Italia.

Da ricordare che la Boxe Piovese è stata al primo posto assoluto in Italia negli anni 2002 e 2003 secondi nel 1999 e 2000 , terzi nel 1997/98/e 2001. Classifica che tiene conto dei punti fatti dai pugili, anche qui si differenziano poiché, esempio, una vittoria combattendo in una riunione “normale”, in piazza a Piove, vale 8 punti, una vittoria ai campionati vale 12, una vittoria con la maglia azzurra 20.Lo stesso quando organizzi una manifestazione, che non ci sia il professionista ci sono i vari scaglioni di punti a seconda del numero di match e dell’importanza. Sono stati 130 i match combattuti dai miei 27 ragazzi. Fasolo è primo con 13 match, seguito da Joscioal e da Mantegazza.

Le tradizionali riunioni al centro commerciale Piazzagrande, a Pontelongo ,ora abbiamo co- minciato anche ad Arzerello. Poi per la seconda volta Boxe in Mostra, all’interno degli stand di Saccisica. Poi la nostra pi datata riunione la “Boxe sotto la Torre” da 25 anni sempre viva e spettacolare. Qui hanno combattuto i Vari nostri campioni: Cristian Sanavia, Devis Boschiero, A. Giraldo, Paolone Vi- doz, i fratelli Bortolotto ed i fratelli Gatto, 4 gatti sul ring, in Campania mi “sfottevano” che avevo in palestra 4 gatti. Averne di questi “felini” visto che tre 3 di loro sono diventati campioni italiani, nelle varie categorie, e Danie Gatto un vero talento, per 3 volte in 3 diverse categorie ha conquistato il tricolore e la quarta è arrivato in finale, quindi argento, agli assoluti. Abbiamo finito con il “botto”organizzando i Campionati italiani élite, una tre giorni di ottima boxe al Palazzetto Borgo Rossi, con la collaborazione del Comune di Piove di Sacco ed in particolare con il fattivo contributo degli assessori Sartori e Carnio. In questa importante kermesse due nostri pugili si sono laureati campioni del Veneto: il s. welter Nicola Fasolo e il medio Alessandro Bertolin.

Niente titolo per il nostro capitano Stefano Mantegazza, welter, che in finale disputando un grande match, il migliore in assoluto delle tre giornate, perdendo per preferenza. Non sappiamo ancora quale posizione di Classifica occuperemo anno 2014. Anno scorso, attività 2013 siamo ci siamo piazzati al 10° posto assoluto in Italia, secondi nel Veneto. Consideriamo che operano più di mille palestre pugilistiche in Italia. Da ricordare che la Boxe Piovese è stata al primo posto assoluto in Italia negli anni 2002 e 2003 secondi nel 1999 e 2000, terzi nel 1997/98/e 2001. Classifica che tiene conto dei punti fatti dai pugili, anche qui si differenziano poiché, esempio, una vittoria combattendo in una riunione “normale”, in piazza a Piove, vale 8 punti, una vittoria ai campionati vale 12, una vittoria con la maglia azzurra 20.Lo stesso quando organizzi una manifestazione, che non ci sia il professionista ci sono i vari scaglioni di punti a seconda del numero di match e dell’im- portanza. Sono stati 130 i match combattuti dai miei 27 ragazzi. Fasolo è primo con 13 match, seguito da Joscioal e da Mantegazza.

 

di Gianni Patella

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento