Home Padovano Sicurezza: tutela del cittadino, ordine pubblico e decoro urbano in primo piano

Sicurezza: tutela del cittadino, ordine pubblico e decoro urbano in primo piano

concorsi-vigili-urbaniL’inizio del nuovo anno è tempo di bilanci anche per l’amministrazione comunale di Piove di Sacco, e in particolare per l’assessorato alla Sicurezza e al commercio, uno dei più complessi ed articolati per un territorio come quello del capoluogo piovese. Sul fronte sicurezza, il 2014 ha portato diverse iniziative e provvedimenti a tutela di una tematica molto sentita da parte dei cittadini, particolarmente sensibili a tutto ciò che riguarda non solo la loro incolumità ma anche l‘ordine pubblico ed il decoro urbano.

“Il progetto Piove Sicura, inaugurato lo scorso anno, è stato pensato con la finalità di rispondere alle crescenti necessità di ordine pubblico e sicurezza, e ha portato all’assunzione di due nuove risorse nell’ambito della polizia municipale, entrate in funzione lo scorso 2 maggio, con un’assunzione a tempo determinato per 12 mesi – ha spiegato l’assessore di riferimento, Luca Carnio – che sono andate a rimpinguare l’organico precedentemente composto da 13 vigili”.

All’assunzione dei due nuovi vigili ha fatto seguito, in autunno, l’installazione di 10 telecamere di ultima generazione, che sono state posizionate in corrispondenza dei luoghi di maggiore criticità, come aveva spiegato a suo tempo l’assessore, collegandole al server della centrale dei carabinieri, in modo da poter monitorare la situazione in tempo reale. Altri 9 dispositivi “Gate in” e “Gate out” sono stati, invece, posizionati nelle principali arterie stradali cittadine, con la funzione di monitorare l’accesso dei veicoli in città.

“I dispositivi in questione – aveva sottolineato a suo tempo Carnio – non sanzionano ne violano la privacy, ma fungono da varchi intelligenti, consentendo di elaborare statistiche sui flussi in entrata ed in uscita e, in accordo con l’Ania, di effettuare un controllo sulle auto sprovviste di copertura assicurativa”.

Il progetto fu finanziato con i proventi ricavati dall’utilizzo degli autovelox posizionati nel territorio comunale, e prevedeva interventi anche per quanto riguarda la sicurezza infrastrutturale, in collaborazione con l’assessorato ai Lavori pubblici, con il rifacimento e la messa in sicurezza di alcuni punti di particolare sensibilità, oltre ad interventi di manutenzione ed implementazione della segnaletica orizzontale e verticale.

“Particolare rilievo merita anche la predisposizione di un nuovo regolamento di polizia urbana – ha spiegato Carnio – inasprendo sanzioni e controlli in merito a fenomeni quali abusivismo, accattonaggio e decoro del centro storico. Il regolamento riguardante l’arredo urbano, poi – ha concluso – e stato aggiornato e adattato alle odierne esigenze delle attività commerciali piovesi”.

 

di Linda Talato

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette