Home Riviera del Brenta Riviera Ovest Urbanistica e teatro connubio vincente

Urbanistica e teatro connubio vincente

FIESSO D’ARTICO – “La cultura come primo seme per la ri-generazione urbana”, queste sono le parole usate da Marco Cominato, assessore alla cultura di Fiesso d’Artico nel presentare la programmazione culturale del Comune, prevista per quest’anno. “Col nuovo anno – spiega l’assessore Marco Cominato – la programmazione culturale di Fiesso d’Artico, tra le altre cose, affronterà un nuovo tema che metterà in connessione due argomenti apparentemente lontani, ma invece a nostro parere necessari l’uno all’altro: da una parte la rappresentazione teatrale dall’altra la teoria urbanistica”.

Il progetto è ricco di novità. “Inizieremo in primavera – prosegue Cominato – portando degli spettacoli teatrali all’interno di edifi ci industriali dismessi alla ricerca di una terra di mezzo, che congiunge la città alla periferia, dove oggi risiede un ibrido, una mutazione che non è città, e non è periferia, ma è viva. Processo attraverso cui si agisce sul territorio per dare un aspetto nuovo e competitivo”. Il tema portante è la rigenerazione del paese. “La rigenerazione del paese – prosegue Marco Cominato – è un’attività mirante non solo ad una riqualifi cazione fi sica, necessaria per rilanciare l’immagine urbana, a livello estetico, ma è affi ancata da interventi di natura culturale, sociale ed ambientale, fi nalizzati ad un incremento della qualità della vita, nel rispetto dei principi di sostenibilità ambientale e di partecipazione sociale. Gli eventi possono essere uno dei mezzi per attuare questo grande cambiamento. I casi sono molteplici, e da affrontare con un approccio fresco e diversifi cato”. Questi temi hanno anche una valenza a livello europeo.

“Questo – prosegue l’assessore Marco Cominato – viene confermato dai recenti indirizzi dell’Unione Europea in materie che tra le altre, annoverano questioni come la compattezza e la multifunzionalità dei nuovi insediamenti o la creazione di spazi pubblici di qualità, come anche il coinvolgimento dei cittadini nei diversi processi di recupero e la sostenibilità ambientale degli edifici, nuovi ed esistenti. La rigenerazione di aree esistenti degradate è senza dubbio un tema di rilevanza europea e che riguarda non solo le grandi città, ma anche realtà urbane di media e piccola dimensione. Per rigenerazione, generalmente, si intende la riqualifi cazione di aree le cui caratteristiche di vivibilità, o qualità della vita, sono venute meno nel tempo: zone industriali dismesse, centri storici e, non ultimi, quartieri popolari, specialmente del secondo dopoguerra. L’Italia, come altri paesi europei quali Olanda, Germania o Francia, è caratterizzata da numerose aree per le quali sarebbero necessarie strategie di rigenerazione. Invito tutti a partecipare agli eventi culturali che stiamo progettando a Fiesso d’Artico”.

 

G.P.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette