giovedì, 9 Febbraio 2023

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

Banner edizioni
HomePadovanoPadova NordA Cadoneghe via libera al bilancio partecipativo

A Cadoneghe via libera al bilancio partecipativo

Banner edizioni

OLYMPUS DIGITAL CAMERAStrumento di straordinaria democrazia. Questo il significato del bilancio partecipativo la cui prima esperienza è partita, di recente, anche a Cadoneghe. Il tutto è partito a seguito di una richiesta del Movimento 5 Stelle, come ha spiegato il consigliere comunale di M5S Renza Mavolo. “Maggioranza e minoranze hanno iniziato a lavorare insieme a questo impegnativo progetto di reale coinvolgimento dei cittadini. – afferma il consigliere Mavolo -Uno strumento di democrazia diretta che consentirà di far progettare, scegliere e stabilire le priorità direttamente ai cittadini, compatibilmente con le disponibilità economiche del Comune e negli ambiti consentiti, di alcune delle opere pubbliche da realizzare”.

Il Bilancio Partecipativo, dunque, si pone come terreno di confronto e collaborazione fra maggioranza e minoranza. “Siamo soddisfatti che sull’argomento vi siano molte possibilità di convergenza – ha detto l’assessore alla Programmazione finanziaria, Denis Giacomini –, ma vorrei anche ricordare che l’amministrazione non è arrivata a parlare di Bilancio Partecipativo per caso o semplicemente perché sollecitata da interlocutori politici, ma proprio perché questa opzione è presente fin dall’inizio nel nostro programma. In realtà forse sarebbe più esatto dire che si è dato inizio a un percorso che ci porterà a parlare di Bilancio Partecipativo nei prossimi anni. Il percorso non è così immediato, ma da parte dell’Amministrazione comunale c’è una precisa volontà ad approdarvi nel modo più condiviso possibile”.

Il sindaco Michele Schiavo interviene sull’argomento: “Vorrei solo ricordare che i Comuni sono l’istituzione pubblica a più diretto contatto con i cittadini e che il principale compito dell’amministrazione locale è portare al centro dell’interesse del cittadino il bene pubblico proprio attraverso la partecipazione. Un’amministrazione comunale trasparente mette in atto tutti gli strumenti possibili per seguire un modello di “democrazia partecipativa” che non intende sostituirsi a quella rappresentativa, ma ad essa affiancarsi, per permettere la più ampia partecipazione di tutti alla vita pubblica. In questo senso, il Bilancio Partecipativo sarà uno strumento prezioso, sul quale abbiamo puntato fin dall’inizio”. La strada comunque è tracciata e il confronto è solo all’inizio, nella speranza che possa ravvivare il dialogo politico e portare a dei risultati concreti in questa non facile fase di gestione dei conti pubblici.

 

Nicoletta Masetto

Banner edizioni
Banner edizioni
Banner edizioni
Giorgia Gay
Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le ultime notizie della provincia di Padova

Banner edizioni
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy