Home Padovano Conselvano Croce Blu Veneto cerca fondi per l’ambulanza

Croce Blu Veneto cerca fondi per l’ambulanza

bov croceblu vol2BOVOLENTA – Ormai l’associazione no profit Croce Blu Veneto raccoglie oltre una quarantina di volontari impegnati nel soccorso sanitario. La sede legale dell’associazione è a Venezia ma la sede operativa si trova a Bovolenta, in un locale concesso in uso gratuito dal Comune. Il gruppo, nato su iniziativa delle famiglie Leotta – Cappeller, ha a disposizione un’ambulanza nuova, allestita per ogni tipo di emergenza medico – sanitaria.

“Oltre ai volontari effettivi – spiega il presidente Nicolò Leotta – possiamo contare su diverse persone impegnate nella Guardia Costiera Ausiliaria Veneto, in possesso di abilitazioni idonee per il soccorso. I volontari provengono da Piove di Sacco, Candiana, Codevigo, Ponte San Nicolò, Padova ma anche dalla provincia di Venezia. A Bovolenta collaboriamo con la protezione civile e il Comune per gli aspetti operativi. Abbiamo organizzato corsi di primo soccorso, con due livelli diversificati, uno per la cittadinanza che vuole saperne di più e l’altro per i futuri soccorsi con lezioni più intensive”.

L’associazione sta cercando anche uno sponsor per sostenere l’acquisto di un secondo mezzo utile alle attività di primo soccorso durante eventi in Veneto, dai concerti agli spettacoli in piazza, compresi i grandi eventi nelle principali città. “Gli anni scorsi abbiamo prestato servizio durante il capodanno e il carnevale di Venezia, seguiamo i grandi eventi a Padova, come “Irlanda in Festa”, le manifestazioni di Padova Fiere e molti altri appuntamenti in cui c’è grande afflusso di pubblico. Collaboriamo anche con la Guardia Costiera e siamo in contatto con ambasciate e consolati. Purtroppo per un gruppo come il nostro la burocrazia e le spese sono notevoli. Per fortuna la sede operativa è in comodato d’uso, ma anche qui ci sarebbero delle migliorie da fare. ed aiutare nell’acquisto di nuove uniformi da soccorso. Qualche donazione ci permetterebbe di non aumentare i costi di trasporto e assistenza e di migliorare il nostro servizio. Ora siamo alla ricerca di uno sponsor “forte” per poter acquistare il secondo mezzo di soccorso. Per chi vuole investire nella sicurezza sanitaria sarebbe un ottimo ritorno di immagine oltre che un’occasione per dare un aiuto concreto. Il nostro direttivo è giovane e motivato oltre che altamente addestrato con corsi interni e corsi “Blsd” e traumi. Cerchiamo di fare del nostro meglio per fornire un servizio di qualità, puntuale ed efficiente. In questo settore non ci si improvvisa, anche se non mancano i casi in questo senso, ma è richiesta una grande passione e competenza, oltre che una preparazione professionale e la necessaria predisposizione umana ad affrontare determinate situazioni.

Tra le novità ricordiamo il supporto di una psicologa per tutelare i volontari in caso di eventi a grande rischio stress oppure per seguire i parenti delle vittime. Un servizio sempre più sentito e richiesto. Contatti al 348 9822569, www.crocebluveneto.it.

 

Francesco Sturaro

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette