giovedì, 6 Ottobre 2022

ASCOLTA L'ULTIMO NOTIZIARIO

More
    Banner edizioni
    HomePadovanoL'iniziativa: Art Bonus, patrimonio culturale con vantaggi fiscali

    L’iniziativa: Art Bonus, patrimonio culturale con vantaggi fiscali

    Banner edizioni

    Foto Paola Ranzato.“Art Bonus” a Piove di Sacco: via libera all’iniziativa che consente a tutti i cittadini di avere la possibilità di incentivare la cultura ed il restauro di importanti edifici comunali, con l’opportunità di usufruire, contemporaneamente, di notevoli vantaggi fiscali. Lo ha fatto sapere l’assessore alla Cultura, Paola Ranzato, a seguito della delibera approvata dalla giunta comunale e finalizzata
    ad individuare i luoghi e gli eventi di particolare valore ai fini culturali, a favore dei quali i cittadini potranno usufruire del bonus in questione.

    “Il vantaggio ai fini fiscali, in pratica, si concretizza in un credito d’imposta pari al 65%, ovvero se un cittadino fa una donazione, ad esempio, di 1000 euro, potrà, in seguito, detrarre dalle imposte 650 euro – ha spiegato Ranzato – Si tratta di un’iniziativa che, per ora, hanno adottato pochi comuni italiani – continua – e fa sì che i cittadini e le aziende interessate possano contribuire al mantenimento dei beni culturali del proprio territorio, ottenendo un consistente vantaggio fiscale”.

    I luoghi individuati a favore dei quali si potranno effettuare donazioni di sostegno sono il Casone Ramei, nell’omonima via, il Casone Rosso di via Fiumicello, palazzo Pinato – Valeri, la biblioteca comunale, il Teatro Filarmonico, la Torre Carrarese e piazza Incoronata, l’Auditorium cittadino, l’archivio storico “Paolo Sambin” ed il cinema – teatro “Politeama”.

    Oltre a luoghi specifici legati alla cultura piovese, sono stati individuati anche due eventi di particolare importanza, ovvero il festival Scene di Paglia ed il Festival Internazionale del Romanzo Storico, iniziativa che prenderà il via quest’anno. Come spiegato dall’assessore competente, il regime fiscale agevolato, di natura temporanea, consisterà in un credito di imposta, nella misura del 65% delle erogazioni effettuate nel 2014 e nel 2015, e nella misura del 50% delle erogazioni effettuate nel 2016. Potranno beneficiare dell’Art-Bonus sia le persone fisiche che quelle giuridiche, a patto che abbiano effettuato erogazioni liberali tramite pagamenti tracciati, dunque mediante bonifici bancari o postali, carte di credito, di debito o prepagate, o ancora, con assegni circolari o bancari.

    “Si tratta di una novità assoluta ed il comune di Piove di Sacco è il secondo in Italia che ha adottato questa nuova opportunità – ha concluso Ranzato – Dando così la possibilità sia ad aziende che a privati di contribuire alla crescita del patrimonio culturale della loro città ottenendo, in cambio, tangibili vantaggi fiscali. Chiunque è libero di decidere la somma e a cosa destinarla. Le modalità per aderire a questa iniziativa saranno inoltrate a tutti i commercialisti piovesi e l’Ufficio Cultura resterà a disposizione per ogni eventuale chiarimento”.

     

    Linda Talato

    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Banner edizioni
    Giorgia Gay
    Giorgia Gay
    Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

    Le più lette

    Banner edizioni