Home Padovano Bassa Padovana Borletti Buitoni: “Fondi europei per le mura”

Borletti Buitoni: “Fondi europei per le mura”

monta mura borlettiMONTAGNANA – Le ha definite “le mura di uno dei borghi più belli del mondo”, impegnandosi a studiare un modo per dirottare a Montagnana dei fondi per rimettere in sesto la cinta medievale. Ilaria Borletti Buitoni, sottosegretario del ministero dei Beni e delle Attività culturali e già numero uno del Fai, ha visitato il borgo di Montagnana su invito dell’onorevole democratico Giulia Narduolo. Con le deputata e il sindaco Loredana Borghesan, l’esponente del governo Renzi ha potuto toccare con mano lo stato di conservazione delle mura cittadine, ammirandone la porzione di recente restauro ma allo stesso tempo allarmandosi di fronte al pessimo stato di conservazione della restante fetta.
“Questo borgo è un monumento straordinario, sicuramente uno dei più belli al mondo. La piazza con il suo duomo fanno letteralmente perdere la testa” ha ammesso entusiasta il sottosegretario, che ha voluto anche – con un fuori programma – entrare in duomo per ammirare le testimonianze del Veronese e del Giorgione. La Borletti Buitoni è però rimasta anche estremamente colpita dal degrado in cui versa una parte di cinta muraria, da quella a nord alla Rocca degli Alberi, passando per la torre colpita e danneggiata da un fulmine qualche mese fa. “E’ necessario intervenire. Le strade percorribili?- ha chiaramente sottolineato il sottosegretario -Il decreto ArtBonus e i fondi europei possono essere soluzioni per reperire i fondi ulteriori necessari alla tutela e alla salvaguardia dell’enorme patrimonio diffuso sul nostro territorio, ma è anche necessario un piano di valorizzazione concordato tra Ministero, enti locali, per portare turismo, attenzione e ulteriori risorse su beni poco noti al grande pubblico ma non per questo meno importanti e decisivi per rilanciare l’economia del territorio”.
Il sottosegretario ha confermato questa opinione e ha formalizzato un impegnato a recuperare vie di finanziamento per il restauro delle mura davanti alla platea che l’ha attesa in municipio a Montagnana, dove il rappresentante del governo è stata accolta da numerose associazioni e sindaci del territorio (Merlara, Urbana, Casa- le di Scodosia, Vighizzolo d’Este) e da personalità come Giulio Muratori, numero uno del Fai patavino: “Quando tornerò a Roma studierò attentamente il progetto di recupero delle mura e vedrò come è possibile sostenerlo. Sia attraverso fondi europei, sia nella maglia delle leggi ita- liane, faremo di tutto per reperire gli stanziamenti necessari”. Ha chiuso l’esponente del Governo: “La prua del ministero è orientata verso la valorizzazione delle nostre eccellenze: paghiamo anni di buio, in questo senso, ma ora siamo fermamente impegnati ad investire in questo, un modo per rilanciare l’economia del territorio”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette