Home Padovano Piove di Sacco riceve un finanziamento per lo sviluppo del commercio

Piove di Sacco riceve un finanziamento per lo sviluppo del commercio

centro di piove di sacco 33Un finanziamento regionale di 383 mila euro per contribuire al sostegno e allo sviluppo del commercio a Piove di Sacco. E’ stato presentato lo scorso 24 gennaio, in occasione di una conferenza stampa, il progetto “Piove di Shopping”, con l’obbiettivo di rappresentare, tutelare, valorizzare e incentivare le imprese locali, riqualificando e promuovendo il commercio del centro storico, in sinergia con le altre attività che vi operano. Il tutto sarà reso possibile anche grazie ad un finanziamento regionale, volto a sostenere progetti pilota finalizzati all’individuazione dei distretti del commercio.

“Piove di Sacco è stato il terzo comune veneto ad essere premiato, dopo Treviso e Belluno, su un totale di cinquantasei partecipanti – ha fatto sapere, entusiasta, l’assessore al Commercio e alle attività produttive, Luca Carnio – ma, soprattutto, è il primo comune non capoluogo e della provincia di Padova ad essersi aggiudicato un finanziamento di oltre 380 mila euro, che verranno destinati all’attuazione di iniziative finalizzate al sostegno del commercio nel centro storico”.

Il contributo regionale andrà a coprire il 50% del costo totale per gli interventi previsti dal programma, che è pari a 767 mila e 500 euro. Il distretto Piove di Shopping ha una superficie pari a circa 0,41 kmq e comprende la quasi totalità del centro storico. Al suo interno ospita 295 attività, a cui vanno sommati 31 spazi sfitti. E proprio l’incentivazione all’utilizzo degli spazi sfitti sarà uno dei punti cardine del progetto, che prevederà misure volte a valorizzare lo spazio fisico, con interventi strutturali mirati, a porre in atto un’accattivante comunicazione e animazione del territorio, un miglioramento dei servizi legati all’accoglienza, ma anche misure di fiscalità vantaggiose, pensate proprio per premiare le nuove aziende che scelgano di utilizzare gli spazi sfitti, come uno sconto del 15% della COSAP per le nuove aperture di esercizi di vicinato dentro il perimetro del distretto, scontistica che vale per chi prende in affitto un locale sfitto da più di 12 mesi, ma anche per tutti i pubblici esercizi che rinuncino ad inserire al proprio interno slot machines.

Il programma avrà una durata di 18 mesi, a partire dalla data di approvazione del progetto, e si concretizzerà tramite un accordo di partenariato, di cui il comune piovese sarà capofila, assieme a numerosi partner, ovvero la Confesercenti di Padova, l’Ascom Confcommercio di Padova, Cescot Veneto, Confesercenti Padova srl, Ascom Servizi Spa, Piove Amica, la Proloco piovese, la BCC di Piove di Sacco, il Crazy Lab, il Consorzio Regionale città d’Arte del Veneto, la Fondazione dei Negozi Storici di Padova e Provincia e ben 171 imprese nel settore del commercio e dei servizi.

“La grande sfida, oggi, è tra le cittadelle artificiali dello shopping, i grandi centri commerciali ed i centri urbani storici – ha commentato anche Maurizio Francescon, direttore della Confesercenti di Padova – Quello piovese è un centro urbano dalle grandi capacità economiche e di sviluppo e che può vincere la sfida solo se sapremo gestirlo come una grande azienda”.

 

Linda Talato

 

 

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette