Home Veneziano Miranese Sud Spinea, quasi pronta la Cittadella della Salute

Spinea, quasi pronta la Cittadella della Salute

area dove è in realizzazione cittadella della salute  SpineaLavori quasi terminati, manca solo l’allacciamento dei servizi e delle utenze. Prende vita a Spinea, al quartiere Villaggio dei Fiori, la “Cittadella della salute”, struttura unica nel suo genere in zona, che riunirà in un solo spazio, tutti i servizi socio-sanitari e assistenziali del territorio. Un fiore all’occhiello per Spinea, che l’attendeva da anni, e che però non sa ancora cosa potrà contenere esattamente. Di certo si sa che arriveranno in un unico edificio casa di riposo, alloggi protetti per anziani autosufficienti, ambulatori medici e anche il nuovo distretto sociosanitario dell’Ulss 13, attualmente aperto in una vecchia struttura dietro al municipio.

La nuova “Cittadella della salute” appa- re come una moderna struttura a tre piani, realizzata in continuità con il centro servizi per anziani “Villa Fiorita”, che si trova in via Murano. La cittadella sorge all’inizio del Villaggio dei Fiori, di fronte a Villa Fiorita, alla quale aggiungerà nuovi posti letto per gli anziani di Spinea e non solo. Sono previsti, infatti, ulteriori 68 posti, che andranno ad aggiungersi ai 120 già in dotazione a “Villa Fiorita”.

Ma la nuova cittadella ospiterà anche una decina di appartamenti per anziani autosufficienti che desidereranno vivere nelle vicinanze e usufruire comodamente dei nuovi servizi offerti. La cittadella avrà anche bar e spazi dedicati al commercio, e al suo interno troverà posto anche il nuovo distretto sociosanitario 1 dell’area nord, che oggi si trova dietro il municipio di Spinea, in via Pisacane, in uno stabile datato e carente sotto molto punti di vista. Sarà dunque una cittadella aperta anche ai cittadini e non solo agli ospiti delle strutture protette previste.

Aspetto questo che potrà ulteriormente migliorare con l’apertura di una medicina di gruppo, carta questa però ancora tutta da giocare. Il suo ottenimento, infatti, non è ancora certo, dipende da accordi regionali non facili da sottoscrivere, come spiega il sindaco Silvano Checchin, il quale tuttavia spinge per portare all’interno della struttura la medicina di base, completando così l’offerta sanitaria per cui è stata pensata la cittadella. La medicina di gruppo potrà eventualmente essere sostituita dall’apertura di ambulatori medici singoli, che comunque forniranno alla struttura un servizio medico integrato non ancora presente a Spinea.

“E’ una struttura unica del suo genere sul territorio – spiega Checchin – che permetterà alla città di migliorare la sua offerta di servizi per la comunità. La cittadella è quasi ultimata, credo che nel giro di qualche mese anche gli allacciamenti saranno completati. L’inaugurazione ufficiale? Non mi sbilancio, diciamo entro il mandato, ma spero molto prima. Al di là delle cerimonie, l’importante è che inizi presto funzionare”. Accadrà nel quartiere più popoloso (il Villaggio dei Fiori) della città, più densamente popolata del Veneto dopo Padova, dalla quale sale da tempo una domanda di maggiori servizi alla persona.

 

Filippo De Gaspari

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette