Home Padovano Conselvano Conselve: Riabilitazione con imprevisto

Conselve: Riabilitazione con imprevisto

Il caso è scoppiato nei giorni in cui doveva partire la nuova Riabilitazione nell’ospedale di Conselve, per la precisione al monoblocco, finalmente estesa agli altri due piani ristrutturati proprio per questo servizio. A tre giorni dall’avvio della “nuova” riabilitazione è stato emesso dal Tribunale un intervento di sospensiva, in seguito al ricorso presentato da un ditta che aveva vinto l’appalto per l’assistenza ai pazienti, che ha creato un certo allarme tra i lavoratori che avevano accettato l’incarico con la ditta aggiudicataria dell’appalto licenziandosi da altre strutture.

Nel giro di qualche giorno l’emergenza è rientrata dopo la denuncia della Cisl e una proroga che permetterà di attendere l’esito del ricorso e salvaguardare i posti di lavoro. “Ciò che è accaduto in questi mesi è stato a dir poco caotico. – commenta Franco Maisto della Cisl funzione pubblica – Prima l’appalto, aggiudicato nei mesi scorsi ad una cooperativa di Biella, vede il continuo rinvio per la partenza del servizio, successivamente una volta arrivati alla tanto agognata assegnazione con firma dell’inizio veniamo avvertiti che il Tribunale di Padova ha disposto la sospensiva: peccato che nel frattempo la cooperativa vincitrice avesse provveduto all’assunzione di ben sette operatori unità da affiancare ai dodici già presenti nel reparto di Riabilitazione. Abbiamo subito posto all’attenzione del competente ufficio dell’Uls che segue tutto l’appalto i problemi correlati ad una sospensiva del genere: lavoratori assunti per iniziare il servizio presso la struttura di Conselve rischiavano di rimanere senza lavoro. Non si discute della possibilità delle ditte di fare ricorso, è chiaro comunque che il servizio per il rispetto dei cittadini deve essere fatto partire anche con la cooperativa Now di Conselve che da 10 anni segue lavoratori e reparti fornendo personale qualificato. E’ necessario che i competenti organismi sanitari si arrivino per garantire i servizi ai cittadini per Conselve e l’intero bacino di Comuni afferenti”.

Un paio di giorni dopo l’allarme è rientrato con una soluzione temporanea. E’ stata concessa infatti “Verrà siglata una proroga di novanta giorni per le dodici lavoratrici già presenti in servizio a Conselve con la medesima cooperativa Now, come peraltro richiesto dagli stessi rappresentanti sindacali per superare questa fase di empasse. Nel frattempo, con tutta probabilità prima della fine del mese, verranno lette le motivazioni del ricorso per capire se vi sono le condizioni per l’affidamento dell’importante servizio di Ribabilitazione neurologica con l’ampliamento dei piani operativi e degli addetti. ”Ora confidiamo che i temi di attesa per la soluzione del caso siano minimi. – si augura Carlo Cogo, dirigente sindacale Cisl -. Questa strana situazione burocratica va a pesare sul servizio alla popolazione dell’Uls 17 data la specificità delle cure riabilitative di tipo neurologico che dovevano essere garantite con nuovo appalto. Abbiamo comunque colto con favore la disponibilità della direzione dell’Uls per risolvere in tempi stretti il problema che sta a cuore a tutti”. A Conselve 55 posti letto sono destinati al Recupero e Riabilitazione e 5 posti letto saranno invece riservati alla neuroriabilitazione.L’apertua del quarto e quinto piano del monoblocco mette a disposizione due reparti interamente ristrutturati un paio di anni fa, nei quali prestare tutte le cure riabilitative direttamente al piano, senza dover trasportare gli ammalati ai piani inferiori. Infatti, le palestre sono sistemate vicino alle camere di degenza, in un’ottica tesa a dare il maggior comfort possibile al paziente.

 

Nicola Stievano

Le più lette