Home Padovano Conselvano Elezioni amministrative a Due Carrare: Davide Moro primo candidato

Elezioni amministrative a Due Carrare: Davide Moro primo candidato

davide moro due carrareÈ Davide Moro il primo candidato sindaco di Due Carrare. La sua candidatura, annunciata a fine febbraio e sostenuta dalla lista civica “PraticaMente” appoggiata dal PD, ha aperto ufficialmente la corsa alla successione di Sergio Vason alla carica di primo cittadino. “PraticaMente è un gruppo di persone che si mette al servizio della comunità senza pregiudizi politici – precisa il trentasettenne Moro, sposato, due figli, ricercatore presso i Laboratori Nazionali di Legnaro dell’INFN – le donne e gli uomini che compongono PraticaMente provengono da estrazioni politiche molto varie, non soltanto di sinistra”. Davide Moro è attualmente consigliere comunale di opposizione per la lista “Insieme per Due Carrare”, compagine di centrosinistra, di cui PraticaMente è contemporaneamente la continuazione e il superamento. “Da un lato ho conosciuto l’amministrazione tramite l’esperienza come consigliere comunale insieme con Andrea Rosina e Moreno Salvò – prosegue Moro – Dall’altro lato, PraticaMente vuole proporre un nuovo modo di fare politica: più partecipata e più attenta alla persona e ai suoi bisogni. L’avverbio praticamente ci ricorda che le idee, anche le migliori, devono sempre essere sottoposte alla prova dei fatti e, quindi, ci sprona a pensare non soltanto a che cosa realizzare, ma anche a come realizzarlo. Pensiamo a ‘Pratica-Mente’ come a un laboratorio di intelligenze, di menti, che si mettono in moto e comunicano assieme senza paure”.

Il gruppo, che ha deciso di presentarsi alle elezioni amministrative di maggio con un proprio candidato, si è costituito alcuni anni fa. “La fondazione di PraticaMente risale al gennaio 2013, quando abbiamo organizzato un grande incontro-dibattito sulla scuola a cui hanno partecipato sei candidati parlamentari di tutti gli schieramenti – spiega Moro – In realtà la nostra formazione è stata più progressiva: siamo partiti come un gruppo di amici, che si riunivano per ragionare assieme su vari aspetti dell’amministrazione in generale e del nostro comune in particolare. Abbiamo studiato le soluzioni messe in campo dalle amministrazioni che funzionano bene. Un po’ alla volta siamo cresciuti e si sono aggiunti sempre più amici e compaesani, che come noi sentivano il bisogno di un’amministrazione migliore, più ragionata, più trasparente, più concreta, più pratica”. La candidatura di Moro ha rotto gli indugi. Mentre scriviamo le forze politiche locali sono alle prese con la definizione dei programmi e l’individuazione dei rispettivi candidati, i cui nomi saranno ufficializzati nelle prossime settimane.
di Francesco Sturaro

Le più lette