Home Riviera del Brenta Riviera Ovest Fiesso d'Artico: un piano per salvare il territorio

Fiesso d’Artico: un piano per salvare il territorio

riunione salvaguardia idraulica fiessoSi è svolto nella sala consiliare del municipio di Fiesso l’incontro “Il territorio un bene prezioso che va tutelato: i fossi, regole per una buona manutenzione”. La serata è stata organizzata dall’assessorato ai Lavori Pubblici assieme alla Protezione Civile, e ha visto la partecipazione del sindaco Andrea Martellato e dei rappresentanti del Consorzio Acque Risorgive e della sezione bacino Idrografico Litorale Veneto.

“All’inizio della serata – spiega l’assessore Marco Cominato – si sono scorsi i lavori relativi al dissesto idraulico dal Piano delle Acque ad oggi: conclusi i lavori sul Castellaro, il risezionamento dei capifosso, si è inaugurato e messo in funzione l’impianto idrovoro. Infine si sono conclusi i lavori di messa in sicurezza di via Piove, dove siamo riusciti a fare inserire l’adeguamento idraulico con l’installazione di uno scatolare all’inizio non previsto per un valore di 300 mila euro. Grazie a fondi sul piano finanziario Veritas, ricavati dal servizio idrico sono state pulite le condotte sulle vie. Si è appena concluso l’intervento in via Baldana e altri sono in programma”. Continua poi il monitoraggio visivo che fornisce il quadro conoscitivo dello stato della rete idrografica. “Ricordo che i fossi non devono necessariamente trasportare acqua – precisa Cominato – ma devono anche contenerla. Spesso abbiamo a che fare con l’incuria e l’abbandono, proprio per questo dovremo continuare a lavorare e vigilare tutti. Se è vero che il risezionamento del rio Castellaro e dei capifosso, la pulizia delle condotte e qualche intervento, hanno in parte riportato al naturale deflusso delle acque in alcune zone, è pur sempre vero che persistono delle situazioni critiche che riscontriamo e che stiamo studiando”. Viene poi lanciato un invito ai cittadini. “Visitate la sezione Ambiente del sito internet del comune di Fiesso – ricorda l’assessore – dove si possono consultare il regolamento per una buona manutenzione dei fossi privati e il Regolamento di Pulizia Idraulica”.

Un ringraziamento è stato fatto ai volontari della Protezione Civile di Fiesso. All’incontro era presente il responsabile Fabio Sansonne che ha illustrato l’attività di collaborazione con l’amministrazione relativamente al monitoraggio visivo sullo stato di manutenzione dei fossi. E’ poi intervenuto Francesco Cazzaro, neo presidente del Consorzio di Bonifica Acque Risorgive, e il direttore Carlo Bendoricchio, mentre per il Bacino Idrografico Litorale Veneto, era presente Marco Mossini. La serata poi ha dato la possibilità ai presenti di intervenire con domande e chiarimenti relativamente allo stato di manutenzione dei fossi, e all’attività di controllo della Protezione Civile e dei Consorzi. “Sottolineo – conclude Cominato – l’importanza dei Consorzi di Bonifica e del Bacino Idrografico che, in sinergia con Comuni e Protezione Civile, permette di creare un fronte comune per le problematiche idrauliche. Perché il territorio è un bene di tutti e va tutelato”.

Le più lette