Home Veneziano Chioggia Il gruppo Scout compie 70 anni

Il gruppo Scout compie 70 anni

Il gruppo scout “Chioggia 1” dell’Agesci compie 70 anni. Era il lontano 1945, immediato dopoguerra, quando vennero gettate le basi che diedero vita a uno dei sodalizi più importanti della città, e punto di riferimento per tantissimo giovani e non solo. Citano il loro fondatore, lord Robert Baden-Powell, per spiegare l’importanza dell’esperienza, su cui si basa il futcerimonia scout chioggiauro. “Guarda più lontano, guarda più in alto, guarda più avanti e vedrai una via, ma sappi anche voltarti indietro per guardare il cammino percorso da altri che ti hanno preceduto, essi sono in marcia con noi sulla strada”. La ricorrenza cadrà il 24 maggio, solennità di Maria Ausiliatrice, quando ci saranno i festeggiamenti per il compleanno, assieme a quelli della “Festa Popolare”.

Gli scout di Chioggia nacquero con un “Riparto (ragazzi dai 12 ai 16 anni) sotto la sigla Asci (Associazione Scout Cattolici Italiani)”, sotto il mantello dell’opera salesiana, presente in città dal 1899. Quando, nel 1974, fu costituita l’Agesci, dalla fusione dell’Associazione femminile Agi e maschile Asci, il Gruppo Chioggia 1 risultava formato da un Branco di Lupetti che nell’anno associativo 1976-1977 è diventato anche Cerchio di Coccinelle, un Reparto maschile che nell’ottobre del 1977 è stato affiancato dal Reparto femminile, Primo Sole, e un Clan di Rovers che nel 1978 è diventato anche Fuoco di Scolte. Negli anni Novanta l’associazione mise in atto un’attività particolarmente intensa, di cui ricordiamo i traguardi più importanti. Nel 1992 le Guide, a conclusione di un’impresa di Reparto, dopo anni di autofinanziamento, vivono un campo di quattro giorni in Austria. Negli anni ‘93 – ‘94 si vive l’esperienza dell’accoglienza in famiglie di Scouts di bambini bosniaci ospiti del Campo profughi di Pieve di Cadore. Nel 1995 il Branco partecipa all’iniziativa “Diamo una mano al Papa”, il Clan-Fuoco riscopre l’importanza della propria “Carta”, partecipa alla Gmg dell’anno giubilare a Roma, a campi all’estero: a Lourdes nel 2001, in Romania nel 1998 e 2003, in Moldavia nel 2007, a Sarajevo nel 2010.

Ma il “Chioggia 1” è ricordato anche per alcuni interventi di soccorso. A partire dalle alluvioni del Polesine nel 1951, di Valli e Piovini nel 1966, del Piemonte nel 1994, al terremoto in Friuli nel 1976, in Irpinia nel 1980, in Umbria nel 1997, in Abruzzo nel 2009. I festeggiamenti per il compleanno si terranno durante la “Festa Popolare” di maggio, all’oratorio dei Salesiani, con tanti eventi per tutte le età.

 

Andrea Varagnolo

Le più lette