Home Riviera del Brenta Riviera Ovest Il personaggio. Naletto, macellaio per generazioni di dolesi

Il personaggio. Naletto, macellaio per generazioni di dolesi

naletto macellaioIl macellaio Gianni Naletto ha festeggiato, lo scorso 1 marzo, 45 anni di attività a Dolo. Un traguardo importante per un professionista delle carni, che ha fatto di una passione il suo lavoro. Classe 1947, originario di Piazza Vecchia di Mira, dopo una giovinezza trascorsa come garzone di bottega alle dipendenze dei più rinomati macellai veneziani, l’1 marzo 1970 apre la sua macelleria nel centro dolese.

Il tanto impegno e la costante formazione hanno presto permesso all’imprenditore Gianni Naletto, di trasformare la tradizionale macelleria in un presidio alimentare, a marchio proprio, specializzato. Nell’aprile 1983 la semplice ditta individuale si evolve in società, oggi denominata “Naletto 1970” con sede in via Guolo a Dolo. Punto di forza è la gestione della filiera produttiva delle carni, dalla stalla al piatto, nella quale, la stretta collaborazione con imprese agricole locali continua a rappresentare un modello di valore e di successo, in grado di generare sviluppo e benessere diffuso. In questi anni Gianni Naletto si è distinto per qualità del prodotto, ma anche per l’attenzione dedicata alla formazione dei propri collaboratori. Sono una quarantina, infatti, gli apprendisti formati al mestiere di macellaio da Gianni Naletto, molti dei quali diventati a loro volta imprenditori macellai, o liberi professionisti nel settore delle carni. Attento e sensibile al mondo giovanile, è noto il suo impegno sociale nella collaborazione per l’inserimento lavorativo di giovani in difficoltà, in particolare quelli a rischio devianza.

Altro punto importante è la formazione continua di Gianni Naletto, addirittura contribuendo alla progettazione di corsi su misura, come quello realizzato assieme ai cuochi padovani, sulla trasformazione delle carni, oppure attivando progetti di tutoraggio nel miglioramento della sicurezza alimentare, come quello realizzato con l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie di Legnaro (Padova). Nel tempo, sono state molte le attestazioni e i riconoscimenti ricevuti da Gianni Naletto, tra cui la Medaglia d’Oro al lavoro, al progresso e all’innovazione della Camera di Commercio di Venezia nel 2004. In occasione dei 45 anni di attività imprenditoriale, Gianni Naletto ha avuto l’onore di essere premiato anche dalla Confartigianato Imprese del Veneto e da Confartigianato Polesine.

 

Giacomo Piran

Le più lette