Home Veneziano Cavarzere Lega Nord all'attacco: "Amministrazione silente sui temi cruciali"

Lega Nord all’attacco: “Amministrazione silente sui temi cruciali”

Michael ValerioInterrogazioni da mesi senza risposta e un’amministrazione comunale silente su temi “cruciali” per i cittadini. Questo starebbe succedendo a Cavarzere secondo quanto evidenziato da Michael Valerio, capogruppo della Lega Nord in Consiglio comunale. In una sua nota, il consigliere leghista si lancia in un attacco alla maggioranza di centrosinistra, ricordando alcuni degli argomenti sui quali il suo gruppo consiliare ha presentato interrogazioni.

Le nostre interrogazioni sul ponte di Boscochiaro e sul contenzioso con l’Ater di Venezia per 2milioni di euro rimangono senza risposta – così Valerio – per quanto riguarda il ponte c’è il concreto rischio della perdita del finanziamento del ministero per lo Sviluppo economico di 1milione e 140mila euro ma nessuno da Palazzo Barbiani ci risponde, anche se le interrogazioni sono state presentate il 24 dicembre. Stessa sorte di quella sul difensore civico, sul quale esiste la possibilità per una cifra irrisoria di 1.040 euro di entrare in convenzione con la Provincia di Venezia dal 2010, ma sul tema l’amministrazione Tommasi trova risveglio solo nel 2015, con una proposta nello statuto sulla scia dell’interrogazione che abbiamo depositato il 29 dicembre, senza risposta”. Valerio si sofferma anche sulla questione relativa alla rampa di Rottanova, in merito alla quale la Lega Nord ha presentato un’interrogazione a fine dicembre, insieme a un’altra sui crediti che il Comune vanta nei confronti di Polesine Acque.

“L’elenco sarebbe lungo – continua Valerio – passando per il delicato tema della sicurezza e della ludopatia, sino all’eccessivo impiego della postazione mobile per la rilevazione della velocità, ma su tutte queste tematiche, complice l’assenza dell’attività consiliare, l’amministrazione non dà risposte. Ciò nonostante non mancano le comparsate sulla stampa dei gruppi di maggioranza o dell’amministrazione sulle tematiche ove le nostre richieste rimangono inevase. Questa passerella mediatica è incoerente con l’alto livello istituzionale richiesto per chi ha il mandato politico e amministrativo di governare la città e che invece si comporta come un cacciatore di riflettori e di notorietà”. Il capogruppo leghista conclude con un appello al presidente del Consiglio comunale, Mauro Contadin, al quale chiede di “tutelare” i consiglieri comunali nel loro diritto di mandato ispettivo, e preannunciando l’intenzione di rivolgersi al Prefetto se tali diritti non fossero garantiti”.

di Nicla Sguotti

 

La replica del sindaco: “Per le risposte alle interrogazioni consiliari abbiamo un metodo democratico e trasparente”

Il sindaco Henri Tommasi replica alle lamentele del gruppo consiliare Lega Nord-Liga Veneta sulle presunte mancate risposte dell’amministrazione comunale alle interrogazioni formulate dal gruppo. “Non c’è alcun ritardo della giunta comunale – afferma – le risposte alle interrogazioni consiliari verranno rese dagli assessori competenti nella prima seduta consiliare utile; inoltre, come è prassi costante in questo Comune, indipendentemente dalla giunta presente, le risposte alle interrogazioni vengono lette nel corso della seduta consiliare, al fine di dare il giusto risalto politico alle questioni sollevate, ma è impensabile che il presidente del consiglio comunale convochi una seduta ogni volta in cui pervenga una interrogazione consiliare”.

“Per ovviare a questo problema – prosegue il sindaco di Cavarzere – la conferenza dei capigruppo ha stabilito la possibilità di iscrizione all’ordine del giorno soltanto delle interrogazioni che giungano prima della seduta della conferenza atta ad esaminare l’ordine del giorno del successivo consiglio comunale: mi sembra un metodo democratico, trasparente e che garantisca in tempi ragionevoli una risposta pubblica alle interrogazioni”. “In ogni caso non voglio eludere le domande formulatemi – continua Tommasi – e ribadisco che l’iter di progettazione e realizzazione del ponte di Boscochiaro (opera voluta dalla attuale amministrazione) sta procedendo nei tempi assegnati dal Ministero finanziatore, mentre per quanto riguarda il contenzioso ATER, informo il gruppo consigliare della Lega che questa amministrazione si è costituita in giudizio per difendere le fondate ragioni del Comune”.

“Sulla questione del difensore civico – ribadisce il sindaco – ricordo che è in fase di verifica l’opportunità di aderire al difensore civico territoriale (provinciale) e che nel frattempo è operante il suo omologo regionale, al quale i cittadini possono rivolgersi: dunque non esiste né c’è mai stato un disservizio per i cavarzerani”. “Per quanto riguarda, poi, il credito vantato dal Comune nei confronti di Polesine acque s.p.a., è noto che questa amministrazione ha concordato con la medesima società una serie di interventi sul territorio a compensazione del debito ed ha ottenuto, insieme agli altri comuni polesani, l’impegno a rispettare uno specifico piano di ritento del debito, mentre sto tentando di trovare una soluzione al problema (trascurato dalla precedente amministrazione) relativo alla rampa di Rottanova, sul quale mi confronterò con i residenti della frazione in un prossimo incontro pubblico”.“Infine, – conclude Tommasi – mi pare che l’affermazione secondo la quale io sarei sempre sui giornali non corrisponda la vero: piuttosto è sotto gli occhi di tutti come quasi quotidianamente le minoranze rilascino dichiarazioni, poi pubblicate sulla stampa locale, per attaccare il Sindaco e la Giunta”.

 

Nicola Ruzza

 

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette