Home Riviera del Brenta Riviera Est Mira: Actv, nuove corse e collegamenti

Mira: Actv, nuove corse e collegamenti

Rivoluzione Actv in Riviera del Brenta e Miranese. In arrivo più corse nelle ore di punta, corse navetta, e nuove corse a servizio dei poli scolastici. Ad annunciarlo è direttamente il presidente Luca Scalabrin. Scalabrin va subito al dunque. ”Abbiamo razionalizzato le corse Actv sulla brentana – dice – spostandone 6 dalle ore di fascia oraria meno utilizzate, cioè dalle 9 alle 12,30 alle ore di punta più utilizzate, cioè dalle 6,30 alle 9 e dalle 17,30 alle 20”. Per arrivare a queste importanti decisioni il presidente Actv però è stato costantemente sollecitato ad agire dai residenti, e anche dal Comitato utenti Actv, che hanno inviato continuamente segnalazioni di disfunzioni all’azienda. Certo che in questo periodo, le difficoltà incontrate non sono solo tecniche, ma anche di tipo burocratico.

“La situazione – spiega Scalabrin – per quanto riguarda la razionalizzazione delle corse, non può essere affrontata in maniera organica in quanto l’ente da cui dipendiamo in quest’area è la Provincia, un ente commissariato e ormai chiuso. Potremo cominciare a fare i conti con la Città Metropolitana, solo dopo che si saranno concluse le elezioni a Venezia. Cioè, solo allora potremo dare risposte e programmazioni in tempi rapidi alle esigenze dell’utenza”. Nonostante ciò, gli spostamenti delle corse con i pullman vuoti sono stati fatti. “Di notte comunque – precisa Scalabrin – le corse di collegamento fra Venezia e Padova lungo la Riviera, anche se concentrate, non possono essere cancellate. Il nostro, infatti, è un servizio pubblico, che dobbiamo garantire, anche a chi è spractvovvisto di mezzi propri”. Comunque ci sono altre novità a partire proprio dalla Riviera del Brenta.

“In accordo con il comune di Mira – dice – è entrato in vigore un servizio navetta da parte di un autobus Actv, che collega direttamente la stazione dei treni di Marano (Mira – Mirano) sulla linea Mestre- Padova, con la linea Mestre – Adria. Si tratta di un risultato importante ottenuto grazie alla collaborazione con l’ente locale, che ha permesso l’istituzione di una nuova fermata”. La precedente fermata in via Mar Mediterraneo era scomoda, e per nulla funzionale al collegamento fra stazioni, visto che per arrivare a quella di Mira Buse ci voleva quasi ancora un chilometro. Restano però aperte delle questioni importanti. “Non è stata ancora risolta – ammette Scalabrin – la questione della collocazione del nuovo deposito dei bus a Dolo. E’ un problema importante, che è sollecitato da anni“. Infine nel Miranese il problema più importante in questo momento per Actv, è quello delle corse a ridosso degli istituti scolastici superiori di Mirano. Una soluzione è stata trovata.

“Qui – conclude Scalabrin – in accordo con il sindaco di Mirano Maria Rosa Pavanello, abbiamo individuato delle nuove fermate e nuove corse per rendere più sicuro il tragitto gli studenti”. Continuano poi sempre all’interno degli autobus Actv, i controlli mirati alla sicurezza dei passeggeri fatti dai volontari dall’Associazione Nazionale Carabinieri. Nelle scorse settimane segnalazioni precise di furti di scooter e biciclette, a ridosse delle fermate, erano state fatte da Roberto Poli, presidente del Comitato “Utenti Actv della Riviera del Brenta”. I furti avevano lasciato a piedi tanti studenti, lavoratori e pensionati. Il comitato ha chiesto più sorveglianza anche da parte dei vigili urbani.

 

Alessandro Abbadir

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette